martedì 6 ottobre 2009

Gatto TIFFANY CHANTILLY


Essenzialmente un Burmese a pelo lungo, il Tiffany ha l'elegante combinazione di un corpo da Angora con un ricco mantello lungo e setoso.
Ottenuto da allevatori e amatori nordamericani da un paio di gatti color cioccolato di origini sconosciute, il Tiffany è ancora piuttosto raro e non ampiamente riconosciuto. È diverso dal Tiffanie, razza a pelo semilungo derivata da incroci Burmese/Asian con Persiani, che ha la gamma di colori del Burmese.
Trattandosi di una razza ibrida, il Tiffany possiede qualità ereditate: ha la gentilezza tipica di un Persiano, ma un temperamento più estroverso e curioso, tipico dei gatti a pelo corto.
È riconosciuta una gamma di colori che comprende cioccolato, blu, cannella, marron-glacé e lilla, sia in tinta unita sia chiazzati. Il più conosciuto dei Tiffany/Chantilly è comunque color cioccolato.
I gattini Tiffany nascono con una colorazione che è stata definita "caffellatte". La tonalità definitiva del mantello, più scura, si sviluppa gradatamente, ma di solito rimane leggermente più chiara di quella del Burmese.

Testa arrotondata, con il naso piuttosto corto e un mento decisamente rotondo. Pelle del naso marrone.
Occhi rotondi o leggermele obliqui e distanti. Devono essere di colore oro.
Orecchie di grandezza media, dovrebbero essere leggermele arrotondate in punta, distanti e piegate in avanti.
Corpo di taglia media, più muscoloso e dalle forme più arrotondate del Siamese.
Mantello è lungo e sericeo, di colore marrone sabbia carico.
Coda di lunghezza media e folta.
Piedi ovali o rotondi, con pelle dei cuscinetti marrone. Zampe lunghe e magre, proporzionate al corpo.

Nessun commento:

Posta un commento