martedì 30 giugno 2009

Proverbi cinesi


Il miserabile pensa una volta, l'uomo probo pensa due volte. Nessuno di loro pensa a sufficienza.

L'uomo povero conserva la propria dignità evitando di lamentarsi per la sua condizione; il ricco lo fa evitando di vantarsi.

Un uomo troppo buono è come un muro di sola terra.

Lo sciocco ha mille certezze, il saggio non ne ha alcuna.

La pazienza è potere: con il tempo e la pazienza, il gelso si tramuta in seta.

Tollera il tuo prossimo e spera che lui faccia altrettanto.

Nessuno è re nel lungo viaggio verso il regno degli dei. Davanti alla morte tutti gli uomini sono uguali.

Non c'è gioia più grande che trovare nuovi amici, non c'è dolore più grande che separarsi dai vecchi amici.

I soldi adornano la casa, la virtù adorna la persona.

Il pittore sogna che sul pennello sbocci un fiore.

lunedì 29 giugno 2009

Scapigliatura: Un "pandemonio" per cambiare l'arte




26 giugno - 22 novembre 2009
Palazzo Reale, Piazza Duomo 12, Milano

Liberi, anticonformisti, spregiudicati e indipendenti: sono gli artisti della Scapigliatura, movimento artistico e letterario che cambiò la Milano postunitaria di fine Ottocento.
38 artisti e 250 opere tra dipinti, sculture, grafiche e incisioni, testi, fotografie e molto altro ancora celebreranno il movimento che seppe coinvolgere tutte le arti verso un rinnovamento e portò la società italiana ad un cambiamento ideologico e di costume.

Orari
lunedì 14.30 – 19.30
da martedì a domenica 9.30-19.30
giovedì 9.30 – 22.30

Bing: è on line il nuovo motore di ricerca Microsoft






La Microsoft ci riprova. Live Search ha fallito la missione, ecco allora Bing, in rete dal 3 giugno 2009.
La novità principale è l'anteprima delle pagine web risultato dalla ricerca: raccolte non in liste, come è ora per Google, ma in sottogruppi per categoria.
Così, se si digita la parola "Italia", il risultato indicherà vari gruppi di risposte come "vacanze", "turismo", "cultura", "mercato immobiliare".
Anche l'occhio vuole la sua parte: la homepage di Bing ha un'immagine diversa ogni giorno, arricchita da link che permettono la ricerca in categorie predefinite come Notizie, Mappe e Immagini, alle quali si aggiunge la nuovissima Shopping, promettente categoria per gli inserzionisti.



domenica 28 giugno 2009

"Bikini" di James Patterson


Patterson è l’autore di bestseller numero uno al mondo; vende più di JK Rowling, John Grisham e Dan Brown messi insieme.
Il suo ultimo successo “BIKINI”, uscito all’inizio di giugno in contemporanea mondiale, è un thriller senza respiro nel quale un giornalista si trova coinvolto in un gioco mortale con un assassino che uccide per piacere e per lavoro.

Consiglio di Pesciolina: per i cultori del thriller che amano i colpi di scena.

sabato 27 giugno 2009

Come rinnovare l'abbonamento scaduto di AVAST Antivirus


AVAST Antivirus


  1. appare la seguente finestra di registrazione:

  2. cliccare su:
    sono un utente registrato e la mia registrazione è scaduta. Vorrei rinnovarla
  3. eseguire le indicazioni richieste, compilando tutti i campi: alla fine la registrazione viene trasmessa ad ALWIL Software

  4. arriva una e-mail al proprio indirizzo di posta elettronica con la chiave di attivazione e tutte le istruzioni da seguire per attivare il nuovo codice.


    ATTENZIONE: il software AVAST, la registrazione e il rinnovo per uso domestico, sono gratuiti.

venerdì 26 giugno 2009

Addio MICHAEL


Artista: Michael Jackson
Album: History - Past, Present And Future Book 1 (Cd 2)
Titolo: You Are Not Alone




Another day has gone
I'm still all alone
How could this be
You're not here with me
You never said goodbye
Someone tell me why
Did you have to go

And leave my world so cold

Chorus 1:
Everyday I sit and ask myself
How did love slip away
Something whispers in my ear and says
That you are not alone
For I am here to stay
Though you're far away
I am here to stay

Chorus 2:
You are not alone
I am here with you
Though we're far apart
You're always in my heart
You are not alone

All alone
Why, alone

Just the other night
I thought I heard you cry
Asking me to come
And hold you in my arms
I can hear your prayers
Your burdens I will bear
But first I need your hand
Then forever can begin

Chorus 1
Chorus 2

Whisper three words and I'll come runnin'
And girl you know that
I'll be there
I'll be there

Chorus 2 (Repeat - ad lib to end)

giovedì 25 giugno 2009

Dai gialli di Agatha Christie i fumetti dell'Ispettore Poirot


Arrivano i fumetti dell’ispettore Poirot: “Assassinio sull’Oriente Express”, “Morte sul Nilo” e “L’Assassinio di Roger Ackroyd” si trasformano in tre racconti, compresi in un unico volume: “I grandi casi dell’ispettore Poirot”.
Hercule Poirot, personaggio creato della scrittrice del giallo per eccellenza, Agatha Cristie, dovrà,come sempre, indagare e risolvere dei casi all’insegna del giallo.
Nella versione fumetto il nostro investigatore, può vantare firme di grande prestigio del fumetto francese: François Rivière, Solidor e Bruno Lachard.
"I grandi casi dell’ispettore Poirot" è un'iniziativa Edizioni BD, Harper and Collins ed Emmanuel Proust.

mercoledì 24 giugno 2009

Malva, Caprifoglio, Bardana, Viola del pensiero




MALVA:
deriva dal termine greco malakos, che significa calmante e dolce. Il nome della pianta lascia trasparire le proprietà da sempre riconosciute alla stessa ed agli infusi ricavati con i suoi fiori, vale a dire efficace rimedio contro dolori e contro stati d'infiammazione; i Greci erano soliti mangiare i semi di malva e confezionare infusi con gli stessi, che venivano poi utilizzati per calmare la tosse, nonché vari tipi di infiammazione. Nel linguaggio dei fiori il valore attribuito alla malva è quello della pacatezza.

CAPRIFOGLIO:
il nome deriva dal latino caprifolium e fa riferimento alla predisposizione di questa pianta ad arrampicarsi a tutto ciò che si trova nelle sua immediate vicinanze e che ricorda, per questo, l'abilità d'arrampicarsi delle capre. Famosa è anche la dolcezza del nettare di questo fiore, da cui deriva il significato attribuito alla pianta e cioè dolcezza d'animo.

BARDANA:
deve il proprio nome alla forma ricurva del suo fiore; inoltre il fiore si caratterizza per il fatto di essere leggermente appiccicoso e nello stesso tempo difficile da togliersi una volta attaccato. Proprio per questa peculiarità il significato attribuito alla stessa è quello di riservatezza e ritrosità, proprio a significare la tendenza naturale della pianta ad allontanare dal proprio contatto.

VIOLA DEL PENSIERO:
fu uno dei simboli utilizzati durante l'Impero di Napoleone dalle compagini dei sui sostenitori, che anche clandestinamente sostenevano il proprio Imperatore; pare infatti che la Viola del Pensiero fosse la parola d'ordine dagli stessi utilizzata.
La mitologia greca associa invece la Viola del Pensiero alla bellissima ninfa Io, di cui si innamorò perdutamente Giove, che, proprio per questo, fu trasformata per volere di Giunone in giovenca. Il significato comunemente attribuito alla Viola del Pensiero è dunque quello di riflessività e ricordo.

martedì 23 giugno 2009

Castello di ISSOGNE (Valle d'Aosta)

















In una ventosa e assolata domenica di inizio giugno sono stata a visitare il Castello di Issogne e come sempre era vietato fotografare gli interni del Castello, arredato con mobili d'epoca e decorato ovunque da splendidi affreschi.
Mi sono dovuta accontentare di fotografare il parco.
Ecco una sequenza di scatti e una breve storia sulle origini del Castello.
STORIA:
Il castello di Issogne in origine appartenne al vescovo di Aosta; in seguito passò alla famiglia dei Challant. Il castello, la cui apparenza esterna è più simile ad una residenza rinascimentale, ha torri angolari non molto alte. Fu restaurato nel 1400 da Ibleto di Challant ma solo un successivo restauro, (nel 1494) al tempo di Giorgio di Challant (Priore di S. Orso), consentì alla struttura di divenire dimora per sua cugina Margherita de la Chambre e suo figlio Filiberto e assumere l'aspetto che ancora oggi propone ai visitatori. Giorgio di Challant trasformò il primitivo maniero nell'attuale sontuosa dimora arricchendolo con splendide pitture murali, opera dei migliori artisti dell'epoca.
Dalla famiglia Challant il castello passò ai Madruzzo e ritornò ai Challant dopo un processo per la successione durato più di un secolo. Dopo vari passaggi di proprietà, nel 1872 fu acquistato dal pittore Vittorio Avondo il quale, con l'aiuto di altri artisti suoi amici, tra i quali Alfredo d'Andrade artefice del restauro di Fénis, lo riportò all'antico splendore con accorti interventi conservativi e restauri. Ultimati i lavori, che durarono alcuni anni, il castello venne donato allo Stato, che a sua volta lo cedette in proprietà all'Amministrazione Regionale della Valle d'Aosta.

sabato 20 giugno 2009

Buon Compleanno PAPERINO


Da piccola leggevo il mitico "Topolino" e il personaggio più simpatico e divertente del fumetto era Paolino Paperino, il papero combinaguai più sfortunato del mondo.
E proprio Paperino compie 75 anni; star della Disney con Topolino, è infatti comparso per la prima volta in un cortometraggio d'animazione, "La gallinella saggia", il 9 giugno del 1939.
Donald Duck, nome originario del papero quasi ottuagenario, è, secondo l'albero genealogico ufficiale, figlio di Ortensia de Paperoni (sorella di Paperon de' Paperoni) e Quackmore Duck (figlio di Nonna Papera).
Paperino ha anche una sorella gemella, Della Duck, madre di Qui, Quo, Qua: i tre paperotti sempre in cerca di guai ma spesso più saggi dello zio.
Mentre Mickey Mouse (Topolino) è stato creato da Walt Disney appositamente per conquistare i più piccoli, Paperino, con il suo carattere un po' nevrotico e ansioso, è diventato in breve tempo l'anti-eroe, l'incarnazione dell'uomo medio moderno che ha continuato a suscitare le simpatie degli adulti in tutti i suoi 75 anni di vita.


venerdì 19 giugno 2009

Proverbi cinesi


Ci vuole tutta una vita per capire che non è necessario capire tutto.

Ad ogni sorpresa siamo preparati. Solo le cose quotidiane ci cascano addosso come calamità naturali.

L'uccellino saggio si sceglie con cura il ramo su cui costruisce il proprio nido... un buon capofamiglia sceglierà con cura i propri vicini di casa.

La regola del cielo è la perfezione. La regola dell'uomo è la ricerca della perfezione.

La vittoria ha cento padri, ma la sconfitta è orfana.

È molto più facile costruire una fortuna che conservarla.

É destino dell'uomo troppo buono venire sfruttato dagli altri; come è destino di un buon cavallo l'essere domato per primo.

L'onore viene dalla diligenza, la ricchezza dall'economia.

Lo Stato è come un secchio, il popolo come l'acqua: la natura di quest'ultima è di prendere la forma del secchio.

A essere giovani s'impara da vecchi.

giovedì 18 giugno 2009

18 giugno



Tantissimi auguri a mamma e papà
1953 - 2009 = 56 anni di matrimonio


Per l’occasione ricordo i riferimenti degli anniversari di matrimonio nella seguente tabella:
1º Anno - Nozze di cotone
2º Anno - Nozze di carta
3º Anno - Nozze di cuoio
4º Anno - Nozze di fiori
5º Anno - Nozze di legno
6º Anno - Nozze di zucchero
7º Anno - Nozze di rame
8º Anno - Nozze di bronzo
9º Anno - Nozze di ceramica
10º Anno - Nozze di stagno
11º Anno - Nozze di acciaio
12º Anno - Nozze di corda
13º Anno - Nozze di pizzo
14º Anno - Nozze di avorio
15º Anno - Nozze di porcellana
20º Anno - Nozze di cristallo
25º Anno - Nozze di argento
30º Anno - Nozze di perle
35º Anno - Nozze di corallo
40º Anno - Nozze di rubino
45º Anno - Nozze di zaffiro
50º Anno - Nozze d'oro
55º Anno - Nozze di smeraldo
60º Anno - Nozze di diamante
70º Anno - Nozze di ferro
75º Anno - Nozze di platino

mercoledì 17 giugno 2009

Millefoglie, Camomilla, Loto, Bocca di leone




MILLEFOGLIE:
il nome comune della pianta è da far risalire alla forma semplice e singolare nello stesso tempo delle sue foglie; si tratta, infatti, di innumerevoli filamenti, simili a capelli. Da sempre è rinomata, inoltre, per le proprie proprietà curative e medicamentose, prima fra tutte la capacità di fermare il flusso del sangue (potere coagulante); impacchi realizzati con le foglie della pianta venivano utilizzati nell'antichità per curare le ferite dei soldati. La mitologia raffigura lo stesso Achille medicare le ferite dei propri soldati con la Millefoglie, durante la guerra di Troia. Di qui il significato attribuito alla pianta nel linguaggio dei fiori: guerra e dolore.

CAMOMILLA:
era ritenuta, dai giardinieri del passato, capace di “sanare” le altre piante sofferenti e più deboli; era sufficiente che suoi cespugli venissero collocati in prossimità degli arbusti e alberi malati per vedere già dopo poco tempo risultati soddisfacenti. Al fiore di camomilla viene attribuito il significato di forza nelle avversità, probabilmente per le note proprietà rilassanti degli infusi a base dei suoi fiori. Tracce di polline di camomilla sono state ritrovate nell’imbottitura della mummia di Re Ramsete II, infilate lì con l’intenzione di infondergli il coraggio e la calma per affrontare la vita ultraterrena. In Italia ne crescono spontaneamente molte varietà; i fiori sono ricchi di proprietà attive di carattere riposante e rilassante.

LOTO:
presso gli Orientali il loto è espressione della perfezione e della purezza del sole, del cielo, della creazione, del passato, del presente e del futuro, ovvero, in una parola sola della vita stessa e di tutte le virtù ad essa, direttamente o indirettamente, riferibili. Per questo è considerato un fiore sacro, il fiore degli Dei. I Buddisti indiani rappresentano il seggio di Budda come forma allargata del fiore di loto. Nella Grecia antica era il simbolo della bellezza e dell'eloquenza. In Italia cresce in zone temperate; a Mantova, sul lago Superiore, cresce grazie ad una giovane laureata in Scienze Naturali, che, circa 60 anni fa, decise di piantarne lì alcuni esemplari. Oggigiorno, il dono del fiore di loto è un gesto per dichiarare grande ammirazione.

BOCCA DI LEONE:
il nome deriva dall'aspetto del fiore, che ricorda per un verso una bocca, per l'altro un naso di animale. La tradizione lo considera da sempre il fiore del capriccio; nel medioevo, infatti, le ragazze erano solite ornarsi i capelli con questi fiori per rifiutare i corteggiatori non desiderati. Per questo la valenza generalmente riconosciuta alla bocca di leone è l'indifferenza ed il disinteresse.

martedì 16 giugno 2009

Il Borgo di BARD - gita in Valle d'Aosta






















BARD si trova a 381 metri s.l.m., ed è situato nella parte più stretta di tutta la valle d'Aosta, dove le rocce scendono ripide verso la Dora Baltea. In questo punto il fiume compie un meandro, da dove nella sommità della roccia si erge il celebre Forte.
Il borgo medievale di Bard è uno dei più suggestivi dell'intera valle, in quanto, sin dall'antichità, per la sua posizione strategica, è sempre stato un sicuro baluardo contro le invasioni, e conserva tuttora lo stile ad archi ricco di bifore con finestre crociate.
Il Forte che tuttora è visibile venne costruito intorno all'anno 1000, su delle costruzioni precedenti le cui fondamenta furono eseguite dai Romani.
Il clima è simile a quello della vicina Hône, che si trova nella sponde opposta della Dora, e si mantiene assai mite per gran parte dell'anno.
Anche a Bard si praticano le tipiche attività agricole della zona. Fu dominata per lungo tempo dalla signoria dei Bard, la quale estendeva la propria tutela su tutta la vicina valle di Champorcher.
Attualmente nel vecchio borgo è possibile visitare la splendida Casa Challant, che è sede di una mostra dedicata ai lavori di restauro, eseguiti con il contributo della comunità europea, per il recupero del Forte e del borgo stesso.
Nel borgo medievale è possibile ammirare edifici di rara bellezza, come la Casa del Vescovo, Casa della Meridiane, Casa Valperga, e l'elegante palazzo dei nobili Nicole, ultimi conti di Bard, Casa Ciucca.