martedì 26 gennaio 2010

Gatto BOMBAY




Paese d'origine: Stati Uniti.

Questa razza è stata selezionata da un’allevatrice del Kentucky (Stati Uniti), a partire dal 1960, sottoponendo a successivi incroci esemplari dal mantello completamente nero, ottenuti da Burmesi e Americani a pelo corto In questo modo è stato possibile ottenere questi gatti dal pelo nero e molto lucido. Oggi i Bombay sono incrociati tra loro e con i Burmesi. Poco allevato, è riconosciuto da molte associazioni feline sia negli Stati Uniti che in Europa. In Italia è molto raro.

La caratteristica principale dei Bombay (chiamato anche panera del salotto) è il colore e la lucentezza del matello. L'aspetto è simile a quello dei Burmesi ma presenta una testa dalle linee più tondeggianti.

Nel complesso è simile a quello del Burmese. Adatto alla vita in casa, ama giocare e si dimostra molto affettuoso. Molto socievole sia con le persone che con gli altri animali. Tranquillo, equilibrato e amichevole, ha bisogno delle attenzioni e dell'amore di chi lo circonda. Non devono essere lasciati a lungo privi di compagnia perché soffrono la solitudine. Amante della tranquillità, detesta i rumori troppo forti. Non è frequente ascoltare il suo dolce e sommesso miagolio.

Il pelo lucente non necessita di particolari cure. E' sufficiente passare molto delicatamente su tutto il corpo con un panno morbido di camoscio o una leggera spazzola di crine.

Categoria: Pelo Corto.
Corporatura: media (maschi fino a 5 kg); l'aspetto è simile al Burmese, ma con corpo più robusto e testa più arrotondata.
Testa: tonda e grande; muso piuttosto corto con evidente stop tra naso e fronte.
Occhi: rotondi e distanziati.
Orecchie: relativamente piccole, un po' protese in avanti, larghe alla base e con punte arrotondate.
Arti: lunghi, agili, con cuscinetti neri.
Coda: elegante, abbastanza lunga e priva di irregolarità.
Pelo: corto, molto lucido e appiattito sul corpo; privo di sottopelo.

Nessun commento:

Posta un commento