venerdì 15 gennaio 2010

Gatto HIMALAYANO


Nome: Persiano, varietà Himalayano.

Nel 1920 un genetista svedese, il Sig. Tjbbes, selezionò il gene colourpoint, detto anche Himalayano. Nel 1935 allevamenti americani selezionarono e stabilizzarono questa varietà, grazie a dei programmi di selezione.
Dall'accoppiamento di un Persiano nero e un Siamese nacquero 3 gattini neri a pelo corto. Due di questi gattini furono incrociati tra loro, ottenendo una gattina a pelo lungo che chiamarono Debuttante. Essa fu accoppiata col padre avendo un cucciolo a pelo lungo ma con le mascature siamesi. Questa selezione portò alla luce dei fattori, si dimostrò che la colorazione solida e il pelo corto sono fattori dominanti. L'ultimo gattino nato è portatore di due geni recessivi, il gene del pelo lungo e quello Himalayano.
In passato questa varietà di Persiano è apparsa sul libro dei Guinness dei primati come il gatto più piccolo. Tinker toy, questo il nome del gattino, era alto solo 7 cm e lungo 19 cm, appartenuto ad una famiglia americana. I padroni raccontano come il piccolo Tinker toy poteva naturalmente stare nelle loro tasche. Un gatto Himalayano è apparso nel 2000 al cinema nel film "Ti presento i miei" con Robert de Niro, nei panni di Jack, padrone affezionatissimo del gattino Himalayano di nome Sfigatto, beniamino della casa e protagonista di divertenti e demenziali scene.

È un gatto tranquillo e docile, ma a differenza dagli altri Persiani, ha la fama di essere molto vivace e chiacchierone, caratteristiche che gli derivano dall'incrocio col Siamese. Presenta una voce gradevole, mai invadente. Molto giocherellone.

L’himalaiano viene allevato nelle seguenti colorazioni:
Seal Point, Blu Point, Blu Cream Point, Blu Lilac Tabby Point, Blu Tortie Point, Chocolate Point, Chocolate Tabby Point, Chocolate Tortie Point, Lilac Point, Lilac Cream Point, Lilac Tabby Point, Lilac Blu Tabby Point, Lilac Tortie Point, Red Point, Red Tabby Point, Cream Point, Lilac Cream Point e Blu Cream Point.

Categoria: pelo lungo.
Corporatura: da media a robusta.
Corpo: zampe corte e petto ampio, spalle massicce e schiena muscolosa, senza dare segni di obesità.
Mantello: pelo lungo, molto folto, morbido, sericeo e fine. Il contrasto tra la pigmentazione del corpo, chiaro, e le estremità, scure, deve essere il più netto possibile. Tanto più è netto il contrasto, tanto più risulta pregiato il gatto. Gorgiera molto folta.
Testa: rotonda e voluminosa con cranio largo: è situata su un collo corto e spesso. La struttura del cranio deve essere rotonda al tatto, fronte bombata; mascelle e mandibole potenti, guancie piene.
Occhi: grandi e rotondi, ben distanziati, conferendo la tipica espressione dolce. Presenta colori che variano dal blu all'azzurro.
Orecchie: piccole con punta arrotondata, leggermente inclinate in avanti e non eccessivamente aperte alla base, ben distanziate e inserite piuttosto basse sulla testa.
Mento: pieno, ben sviluppato, arrotondato e forte.
Arti: corti, robusti e forti; arti anteriori diritti, arti posteriori, osservati da dietro, risultano diritti. Piedi: larghi, tondi e forti.
Coda: corta, ma proporzionata alla lunghezza del corpo.

Nessun commento:

Posta un commento