mercoledì 17 febbraio 2010

17 febbraio: festa del gatto


La Festa Nazionale del Gatto è nata nel 1990 e ricorre il 17 febbraio.

Questa giornata del gatto è un’idea della giornalista gattofila Claudia Angeletti che aveva proposto un referendum tra i lettori della rivista “Tuttogatto” per stabilire il giorno da dedicare ai gatti, la proposta vincitrice fu quella della signora Oriella Del Col.

Il 17 febbraio è una data simbolica scelta in base allo spirito che caratterizza i beniamini festeggiati.
I significati racchiusi da questa data sono molteplici:

1) febbraio è il mese del segno zodiacale dell’Acquario, ossia degli spiriti liberi ed anticonformisti come quelli dei gatti che non amano sentirsi oppressi da troppe regole.

2) 17 perché, pur non ricadendo di venerdì, richiama le atmosfere arcane e superstiziose alle quali il gatto è legato da secoli, in particolare nel Medioevo;

3) 17 perché si può interpretare come 1 vita per 7 volte, infatti secondo la tradizione popolare il gatto ha il beneficio di avere ben 7 vite; nei paesi nordici 17 è un numero porta fortuna è significa proprio “vivere una vita per sette volte”

4) 17 perchè in numeri romani si scrive XVII che anagrammato si trasforma in “VIXI”, ossia “sono vissuto” o “sono morto”, in quanto il gatto con le sue 7 vite può affermare di essere morto più volte ed aver esorcizzato la morte.

Nessun commento:

Posta un commento