domenica 28 febbraio 2010

“Da una casa di morti (Z mrtvého domu)” di Leoš Janáček


Cantato in ceco con videolibretti in italiano, inglese. Durata spettacolo: 1 ora e 40 minuti. Musica di forza e di poesia irresistibili sulle memorie di Dostoevskij deportato in Siberia. Profezia dei Lager nazisti e dei gulag staliniani, descritta nel 1928 da Janáček, genio della musica céca.

Lo spettacolo di Patrice Chéreau, giudicato un capolavoro da Vienna a New York, lascia esplodere una costellazione di nevrosi, facendoci riflettere sull'orrore carcerario dei tempi moderni. Dirige Esa-Pekka Salonen, interprete straordinario del Novecento sinfonico e teatrale.

Teatro Alla Scala
Milano


Febbraio 2010:
28 (20:00)

Marzo 2010:
02 (20:00)
05 (20:00)
09 (20:00)
13 (20:00)
16 (20:00)

In coproduzione con Wiener Festwochen, Holland Festival, Festival d'Aix en Provence, Metropolitan Opera

Nessun commento:

Posta un commento