domenica 28 marzo 2010

Licia Maglietta, "Delirio amoroso" per Alda Merini quindici anni dopo


Ricordo una replica in provincia di "Delirio amoroso" di una decina di anni fa, e la sensazione bruciante della poesia del testo, recitato da Licia Maglietta con il corpo e la voce, capace con la potenza della parola di rimettere in asse la scenografia volutamente asimmetrica dello spettacolo. Uno spazio della mente che appare parola dopo parola rigoroso, illuminato dai versi di Alda Merini.
L'attrice, con il suo "sguardo superbo di patrizia di antica Roma", sceglie di ricordare – oggi -, senza mediazioni, con un'onestà intellettuale che è propria del suo lavoro: "ora, a quindici anni dal debutto di Delirio Amoroso, non desidero ci siano parole che tentino di descrivere altro, né da parte mia, né da parte di "trafficanti di merce spirituale". Non voglio che ci sia altra mediazione alle parole di Alda, se non il mio corpo e la mia voce".

Delirio amoroso: un monologo di Licia Maglietta su testi di Alda Merini
Produzione Teatri Uniti
Teatro Franco Parenti
via Pier Lombardo, 14
20135 - Milano

dal 7 all'11 aprile 2010

02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Nessun commento:

Posta un commento