sabato 1 maggio 2010

1° maggio: 1 euro per 1 museo nei luoghi statali della cultura


Oggi, sabato 1° maggio molti musei statali saranno visitabili al costo di un solo euro. Anche quest’anno dunque il MiBAC in occasione della festa dei lavoratori offre la possibilità a tutti gli italiani e ai turisti stranieri di conoscere e riscoprire il nostro grande patrimonio culturale e artistico ad un prezzo simbolico.

Queste solo alcune delle strutture che aderiscono alla promozione: il Museo “Casa natale di Gabriele D’Annunzio” a Pescara, il Parco Archeologico di Herakleia a Policoro (MT), il Parco Archeologico di Sibari di Cassano allo Ionio (CS), la Reggia di Caserta, il Mausoleo di Teodorico a Ravenna, Il Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli (UD), la Galleria Borghese a Roma, la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola a Genova, il Museo di Palazzo Ducale a Milano, la Galleria Nazionale delle Marche ad Urbino, il Museo Archeologico di Venafro (IS), il Museo delle Antichità Egizie a Torino, Castello Svevo a Bari, l’Area Archelogica di Nuraghe Losa ad Abbasanta (OR), le Gallerie dell’Accademia a Firenze, la Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia, le Gallerie dell’Accademia a Venezia.

Dopo il successo della settimana della cultura, che in termini assoluti ha fatto registrare il più alto numero di accessi ai luoghi della cultura di sempre con oltre 1.580.000 visitatori nei 371 siti finora monitorizzati, ossia il + 4,71% rispetto al 2009, cittadini e turisti potranno tornare ad ammirare musei e siti archeologici statali, aperti straordinariamente in occasione della festa del lavoro grazie alla positiva collaborazione del personale del Ministero.

Per informazioni contattare il numero verde gratuito del Ministero 800991199

Ufficio Stampa MiBAC
Tel. 06 67232261/2


Luoghi d’arte statali che hanno aderito all’apertura straordinaria del 1° maggio al costo simbolico di 1 euro

LOMBARDIA
Museo di Palazzo Ducale MANTOVA ore 8,15-19,15
Museo della Certosa di Pavia PAVIA ore 14,30-18,00

Nessun commento:

Posta un commento