giovedì 24 giugno 2010

Premio STREGA 2010

E’ il premio più ambito dai letterati italiani, quello che premia il libro più bello, eletto dai 400 amici della domenica, un gruppo di giornalisti, letterati ed altro scelti per eleggere il libro migliore dell’anno.

Il 10 Giugno sono stati scegli gli ultimi cinque finalisti tra cui verrà scelto colui che rappresenterà il libro più bello per il prossimo anno solare.

Nato nel 1947, grazie a Maria e Goffredo Bellonci e Guido Alberti, prende il suo nome dal prodotto della fabbrica di quest’ultimo, ovvero il liquore strega.

In un primo momento la scelta del vincitore era completamente demandata ai tre membri, Maria e Goffredo Bellonci e Guido Alberti, poi dopo la loro scomparsa fu passata a 400 amici della domenica, che ancora oggi eleggono il libro vincitore.

I cinque candidati quest’anno sono Silvia Avallone, Paolo Sorrentino, Antonio Pennacchi, Matteo Nucci, Lorenzo Tavolini, che si sfideranno all’ultimo voto il 1 Luglio presso il Ninfeo di Villa Giulia, una stupenda terrazza panoramica su Roma.

Un’eccezionale occasione per ammirare il meglio della scrittura italiana, soprattutto per chi alloggia in un albergo a Roma centro e quindi può raggiungere facilmente il luogo della premiazione.



“Acciao” di Silvia Avallone, Rizzoli, pp. 300, 18 euro
Va in scena l’amicizia e amore tra Anna e Francesca: storia sentimentale che si intreccia alla dura vita della provincia italiana, in un ritratto disilluso e realistico di come i sogni di due adolescenti si scontrino inevitabilmente con il mondo reale.



“Hanno tutti ragione” di Paolo Sorrentino, Mondadori, pp. 319, 18 euro
Esordio in chiave letteraria del regista di Il divo, che commuove, diverte e appassiona con il lungo monologo di Tony Pagoda, cantante idolo dei bei tempi che furono, ora in caduta libera.



“Canale Mussolini” di Antonio Pennacchi, Mondadori, pp. 460, 20 euro
Protagonista di questo libro è il clan dei Peruzzi, una famiglia veneta emigrata in Lazio in cerca di fortuna, durante il periodo fascista.



“Sono comuni le cose degli amici” di Matteo Nucci, Ponte alle Grazie, pp. 224, 14,90 euro
Lorenzo va alla ricerca della vera identità del padre Leonardo morto da poco in un viaggio tra Roma e la Grecia, dove tra segreti di famiglia e relazioni da ricostruire scoprirà la verità e troverà se stesso.



“Accanto alla tigre” di Lorenzo Pavolini, Fandango, pp. 243, 16,50 euro
Autobiografia nel nome della Storia per lo scrittore romano che racconta i suoi sentimenti contranti nei riguardi del nonno, Alessandro, uno dei massimi gerarchi fascisti uccisi e appesi a testa in giù a Piazzale Loreto assieme a Benito Mussolini.

2 commenti:

  1. A supporto del post ecco alcuni booktrailer dei finalisti al premio strega-

    http://www.youtube.com/watch?v=fVCoqV_Du3I&feature=related


    http://www.youtube.com/watch?v=hmDUB-91xgI

    RispondiElimina
  2. Ciao, credo proprio che ACCIAIO verrà con me questa estate sotto l'ombrellone. I candidati al premio strega di solito sono molto belli e se anche questo non ha vinto, merita di essere letto. Buona domenica, Elena
    Se ti fa piacere e vuoi passare a trovarmi anche sull'altro blog, mi trovi qui:
    http://templateelenagrafica.blogspot.com/

    RispondiElimina