giovedì 1 luglio 2010

I libri da leggere questa estate

In vacanza con papà
Dora Heldt

Christine ha pronte le valigie: è in partenza per un’isola nel Mare del Nord con un’amica. Sua madre, però, deve affrontare un’operazione al ginocchio, e così le 'appioppa' il marito, Heinz, settantenne egocentrico, testardo, pasticcione, iperprotettivo e soprattutto fermamente convinto che la figlia non abbia ancora raggiunto la maggior età. Ce ne sarebbe già a sufficienza per promettere un’estate poco tranquilla, ma la povera Christine non sa che sull’isola la aspettano un’intera banda di pensionati pronti a imbarcarsi con Heinz in improbabili progetti edilizi, un isterico giornalista d’assalto che si invaghisce di lei e un uomo bellissimo e misterioso che la attrae irresistibilmente. E non potrebbe essere proprio lui il punto di svolta della sua vacanza, e forse della sua vita? Se solo non ci fosse di mezzo un vecchio soldato pronto a dar battaglia al mondo intero per 'proteggere' sua figlia da un uomo troppo sfuggente e troppo affascinante per non nascondere qualcosa di orrendamente losco...

Pubblicato da Salani

Stecco
D.L. Garfinkle

Michael è magrissimo, alto, con i capelli crespi, decisamente goffo e tutti lo chiamano Stecco: sta per iniziare il liceo e il suo migliore amico si è appena trasferito in un’altra città. Ma non è finita: il peggio è che non ha mai baciato una ragazza. Il primo anno alle superiori: sesso e ragazze, patatine e tv, il fidanzato della madre divorziata, un padre indifferente e un vecchio signore che lo batte a Scarabeo e gli dà dritte sulle pupe e sulla vita. La vita movimentata di un quattordicenne sfigato, ma non troppo.

Pubblicato da Salani

La città che profuma di coriandolo e cannella
Rafik Schami

È facile perdersi nei tortuosi vicoli di Damasco, nel suo intricatissimo groviglio di strade. Ma se ci si fa prendere per mano, lasciandosi condurre da una guida esperta, sarà una passeggiata strabiliante, un viaggio alla scoperta dei giardini nascosti, delle minuscole botteghe, dei sapori, dei profumi, dei colori della città. Dietro ogni porta si cela una miriade di segreti, di tradizioni, di cucine odorose di spezie. E ogni cucina nasconde una storia e una ricetta per raccontarla. Come il tabbuleh di zia Salime, un piatto dai pungenti aromi di erbe, una festa per il palato e i muscoli della risata, che non può essere preparato nei momenti tristi; i falafel al coriandolo e cumino dell’artista delle ombre, un uomo capace di mettere in scena con le sue sole mani intere opere teatrali; il riso con mandorle e uvetta dell’anziana levatrice sciita; il fragrante pane allo yogurt della donna che aveva dimenticato come si faceva ad amare; il caffè al cardamomo servito nell’antica caffetteria vicino alla moschea degli Omeiadi, dove ammalianti narratori intrattengono i clienti con favole e antiche leggende misteriose.
La città che profuma di coriandolo e di cannella nasce da una telefonata e da una promessa tra fratello e sorella. Rafik Schami ormai da anni è stato esiliato dalla Siria per motivi politici e la sua idea di scrivere un libro in onore della cucina della sua città, la regina d’Oriente, sembrava destinata a non realizzarsi mai. Almeno finché sua sorella non si è offerta di aiutarlo. Così Marie raccoglie le ricette e le detta per telefono, accompagnando suo fratello ma anche i lettori alla scoperta di un universo affascinante e profumato. Un romanzo che è insieme una raccolta di microcosmi familiari, un ricettario e una guida di Damasco, crocevia degli splendori del Medio Oriente.


Pubblicato da Garzanti


Destini incrociati
Diana Gabaldon

1777: la ribellione dei coloni americani sta raggiungendo l’apice e Jamie e Claire sanno che il loro destino è apparentemente segnato. Stare dalla parte dei rivoltosi vincitori non garantisce la salvezza ai Fraser, e Jamie è terrorizzato all’idea di uno scontro a fuoco con il giovane William, suo figlio illegittimo e ufficiale dell’esercito di Sua Maestà. Forse l’unica speranza è tornare a Lallybroch dove, a due secoli di distanza, vivono Roger e Brianna. Nel caos della guerra, però, non è per nulla facile trovare una via sicura e nemmeno Claire, viaggiatrice nel tempo, è in grado di prevedere la tragedia che potrebbe separarla per sempre da Jamie.
Nel frattempo nell’apparente tranquillità del ventesimo secolo, Brianna trova in casa una cassetta con le lettere dei suoi genitori e, insieme, a Roger, legge angosciata le peripezie in cui «stanno incorrendo» Jamie e Claire e che, paradossalmente, potrebbero rovesciarsi sul presente e costituire una minaccia per la loro famiglia...


Pubblicato da Corbaccio

Nessun commento:

Posta un commento