venerdì 29 ottobre 2010

TERRA RIBELLE con Fabrizio Bucci, Anna Favella, Rodrigo Guirao Diaz e Sabrina Garciarena

Fabrizio Bucci


Anna Favella e Rodrigo Guirao Diaz


Sabrina Garciarena


Prima puntata (17 ottobre 2010)
Maremma fine ottocento. Andrea, figlio di una serva, è un giovane buttero e vive a Montebuono. Il suo migliore amico, Iacopo è invece il figlio del padrone, Achille Vincenzi, spietato amministratore di un latifondo appartenente al ricco Principe Marsili.
Il destino di Andrea, così come quello di Iacopo, sta per cambiare per una donna: la contessina Elena Giardini, una ragazza intelligente e dalla bellezza non comune. Elena ha una sorella maggiore, Luisa, alla quale è molto legata. Luisa aspira unicamente a sposarsi e avere dei bambini. Le due ragazze sono le figlie del conte Giardini, nobiluomo fiorentino caduto in rovina. Il buon Principe Marsili, suo vecchio amico, gli propone di concedere la mano di Luisa a Iacopo: il Conte potrà così ottenere che vengano ripianati tutti i suoi debiti e Vincenzi otterrà il titolo nobiliare e la tenuta che da sempre sogna di fare sua. Il principe, in cambio, chiede al Conte di indagare sulla fine della sua unica figlia Giulia, morta suicida in Maremma in circostanze misteriose più di vent'anni prima. La carrozza con le contessine, in viaggio verso la Maremma viene attaccata dai briganti. Il caso vuole che sia il coraggioso intervento di Andrea a salvare le due ragazze…

Seconda puntata (19 ottobre 2010)
Andrea fugge inseguito da Iacopo, dal guardiacaccia Lucio e dai suoi sgherri, accusato ingiustamente, mentre, interrogata dai Carabinieri, la contessina Luisa, presente all'omicidio, conferma la sua versione dei fatti. Un patto segreto e infame la unisce a Iacopo: il silenzio sul vero colpevole dell'omicidio in cambio del matrimonio con il giovane Vincenzi.
Disorientata dagli eventi e dall'atteggiamento ambiguo di Luisa, Elena stenta a riconoscere la sorella e, pur turbata dal sentimento che prova per Andrea, non crede che il giovane possa avere commesso un omicidio. Nel frattempo Iacopo riceve, come lascito della madre, una lettera ingiallita dagli anni. La rivelazione contenuta in quelle righe lo sconvolge. Anche il Lupo, il capo dei briganti, è alla ricerca di Andrea, vuole punirlo per la ferita alla gamba che gli ha inferto durante l'assalto alla carrozza dei conti Giardini…

Terza puntata (24 ottobre 2010)
Iacopo è sempre più invaghito di Elena: è lei la donna che vuole, solo con lei si mostra gentile e generoso. La Contessa però non cede alle lusinghe del giovane padrone e, ancora molto in pena per Andrea, decide di dedicarsi solo alla sua passione per la medicina, aiutando il dottor Tonali nella sua battaglia quotidiana contro la malaria, la fame e le malattie infantili.
Ai lavori forzati, Andrea, al centro di soprusi e angherie, progetta di evadere.
Luisa, sempre più divorata dall'odio per la sorella, sostiene di aspettare un figlio da Iacopo. Quello di diventare madre è un desiderio che la ossessiona. Come promesso al principe, Elena continua le indagini del padre sulla misteriosa scomparsa della principessa Giulia...

Quarta puntata (26 ottobre 2010)
Per rappresaglia, Iacopo, Lucio e i suoi uomini incendiano le capanne dei pastori colpevoli di aiutare il Lupo. Disgustata da quest'atto che smentisce la falsa generosità con cui Iacopo cerca di sedurla, Elena decide di andarsene dalla Roccaccia.
Il ritrovamento, da parte dell'ingegner Hoffman del cammeo che lei aveva regalato ad Andrea, riaccende in Elena la speranza che il suo amato non sia morto. Speranza che Giovanna, la madre del giovane buttero, non nutre più, disperata per le sorti del figlio.
Ormai stabile a casa della maestra Cordelli, Elena riprende a pieno ritmo l'attività all'ambulatorio del dottore, che talvolta sostituisce quando è troppo ubriaco per operare i feriti della guerra che si è scatenata tra i briganti e gli sgherri. Per Iacopo, invece, catturare l'ex amico è una questione di vita o di morte, così gli tende un'imboscata nei pressi della casa di Giovanna, sicuro che, se vivo, Andrea si recherà a trovare la madre...






Nessun commento:

Posta un commento