lunedì 31 maggio 2010

La luna nel pozzo

Mostrare la luna nel pozzo
si riferisce a una novella secondo la quale una persona scaltra avrebbe fatto credere ad uno sciocco che la Luna abitasse nel pozzo, mostrandogliela in una notte di Plenilunio, vuol dire quindi, ingannare, menare per il naso.

Cercare la Luna nel pozzo
, invece, significa pretendere cose impossibili.

Hover (viaggio nell’infanzia delle cose)

Hover è un robottino per le pulizie domestiche e la famiglia che lo ha acquistato gli rende la vita felice e serena. Ma Hover è anche un elettrodomestico che pensa troppo, non è come gli altri che fanno semplicemente il loro lavoro. Lui si pone molte domande sulla sua esistenza, cercando risposte nei film di fantascienza e soddisfazione in quello che fa.

La sua vita cambierà completamente quando i suoi padroni, che costituiscono la sua famiglia, decideranno di sbarazzarsi di lui, per un difetto congenito; Hover finisce in una discarica dove incontrerà molti altri oggetti inutilizzati, soprattutto giocattoli che il consumismo ha velocemente condannato a morte.
Luca Rossi al suo primo romanzo, edito nella collana iPop curata da Tommaso Labranca, ci regala numerose citazioni, immagini e, incredibilmente, anche una colonna sonora in questo racconto di una vita condizionata dalla ricarica di una batteria e da un ciclo sfrenato del consumo.

Un libro che piacerà sicuramente a tutti i “nativi” degli anni Ottanta, una generazione che sembra particolarmente lontana dopo l’affermarsi dell’era della tecnocrazia e che per questo rileggerà piacevolmente una parte della sua vita in questo Viaggio nell’infanzia delle cose.
Cosa resterà degli anni ottanta? Chiedetelo ad Hover.

I capitoli sono scanditi dai livelli di batteria di Hover che condizionano inevitabilmente la sua esistenza e ricordano al lettore, che la voce che racconta è quella di una macchina, che ha sentimenti e riflessioni ma la cui esistenza è condizionata dalla sua finalità.

Infatti uno degli aspetti più interessanti del libro è il punto di vista adottato, che corrisponde a quello di Hover che attraverso i suoi occhi ci racconta di un mondo abbandonato e che possiamo solo ricordare con nostalgia. A questo aspetto si aggiunge però qualcosa in più, la delicatezza del racconto e una forma di poesia dell’elettronico che ricorda le atmosfere di alcuni film Pixar come Toy Story (per i giocattoli che continuano a vivere dopo essere stati malinconicamente abbandonati), Wall-e (per l’idea della discarica) e Nemo (il difetto congenito alla spazzola di Hover riporta alla mente la pinnetta atrofica del pesciolino), ma anche nel protagonista Marvin the paranoid android della “Guida galattica per gli autostoppisti” di Douglas Adams.

Luca Rossi al suo primo romanzo, edito nella collana iPop curata da Tommaso Labranca, ci regala numerose citazioni, immagini e, incredibilmente, anche una colonna sonora in questo racconto di una vita condizionata dalla ricarica di una batteria e da un ciclo sfrenato del consumo.

Un libro che piacerà sicuramente a tutti i “nativi” degli anni Ottanta, una generazione che sembra particolarmente lontana dopo l’affermarsi dell’era della tecnocrazia e che per questo rileggerà piacevolmente una parte della sua vita in questo Viaggio nell’infanzia delle cose.
Cosa resterà degli anni ottanta? Chiedetelo ad Hover.

domenica 30 maggio 2010

Proverbio: Luna (1)



Gobba a ponente Luna crescente
Gobba a levante Luna calante.


Proverbio per riconoscere le fasi della Luna: Gobba a ponente (foto 1), cioè verso la destra di chi legge, è Luna crescente (o Luna nuova) non adatta alle semine; Gobba a levante (foto 2), cioè verso la sinistra di chi legge, è Luna calante, adatta alle semine e a tante altre cose.
Si dice pure che, la Luna è bugiarda: quando cresce e diventa una D, quando diminuisce diventa una C.

Loredana Errore sempre in Top Ten!


A dieci settimane dal suo esordio, "Ragazza occhi cielo" di Loredana è sempre nella Top 10 e si piazza in #8 nella classifica degli album più venduti della settimana.
Questa Ragazza Occhi Cielo continua a conquistare proprio tutti!

Brava, bravissima!!!

sabato 29 maggio 2010

Addio Arnold, morto per un incidente


Addio a Gary Coleman, protagonista della celebre serie "Il mio amico Arnold". Il 42enne è morto dopo essere stato ricoverato per un'emorragia cerebrale in un ospedale dello Utah dopo un brutto infortunio: l'attore statunitense sarebbe caduto in casa battendo violentemente la testa.
L'incidente si sarebbe verificato mercoledì notte nell'abitazione dell'attore a Santaquin, nei pressi di Salt Lake City: l'ex bambino prodigio è stato trasportato d'urgenza in ospedale e le sue condizioni sono drammaticamente peggiorate giovedì quando ha perso conoscenza ed è andato in coma. Da allora è stato mantenuto in vita con il supporto di apparecchiature ospedaliere. Per Coleman si trattava del terzo ricovero nel giro di pochi mesi: si era sentito male a gennaio e un mese più tardi aveva avuto un malore sul set del programma tv The Insider. Problemi di salute dati anche dal ciclo di dialisi cui si doveva sottoporre sin dalla giovane età, in seguito al doppio trapianto di reni cui era stato sottoposto negli anni '80.

L'I-Pad sbarca in Italia: applausi negli store


Ieri in coda dalle 4 di mattina per poter acquistare l’iPad, il nuovo tablet della Apple che sbarca oggi in Italia dopo il debutto dei mesi scorsi negli Stati Uniti.
All’Apple Store del centro commerciale Carosello di Carugate nel Milanese le code fuori dal negozio hanno raggiunto una notevole lunghezza e, quando si sono finalmente aperte le porte, i clienti in attesa hanno salutato l’evento con un applauso, dopo un conto alla rovescia degno delle missioni spaziali della Nasa.

Clima festoso dunque, con anche qualche episodio curioso come quello di un giovane che, seduto su una panchina, attendeva il proprio turno solo per acquistare la custodia dell’iPad, “perché il tablet mi è arrivato ieri via Internet”. La lunga nottata degli aficionado della Apple è stata comunque allietata da vari generi alimentari e di conforto, che venivano distribuiti da inservienti muniti di regolare carrello da supermercato.

Oltre che in Italia, iPad è da ieri disponibile in Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Spagna, Svizzera e Regno Unito. Il tablet della Apple ha un prezzo consigliato che varia da 499 euro per la versione da 16 GB a 799 per quello da 64GB e per i modelli Wi-Fi + 3G. La versione da 32GB costa 599 euro, quella da 64GB per i modelli Wi-Fi 699 euro e 599 euro per 16GB, mentre per 32GB il prezzo è di 699 euro.

Il tablet è in vendita presso gli Apple Store, gli Apple retail store e presso i rivenditori Apple selezionati.Sono disponibili con download gratuito anche l’applicazione iBooks per iPad, che include iBookstore di Apple. Le applicazioni create appositamente per iPad sono oltre 5mila, ma funzionano anche tutte le altre 200mila disponibili, che funzionano per iPhone e iPod touch.

fonte: quotidiano.net

venerdì 28 maggio 2010

AUDIOSCAN MILANO. Il suono della città

E' possibile costruire la mappa sonora di una città? Una scansione del suono delle vie e delle piazze? La risposta è audioscan interactive map, un’installazione multimediale interattiva tra arte contemporanea, musica e tematica ambientalista. 1580 registrazioni e rilevazioni fonometriche nelle vie e piazze all'interno del perimetro della circonvallazione esterna di Milano, per riflettere sul suono che circonda le nostre vite e gli spazi in cui agiamo.

Un progetto di Giorgio Sancristoforo musiche di Giorgio Sancristoforo e Giuseppe Cordaro.


20 - 30 maggio 2010
PALAZZO REALE
Piazza Duomo 12 - Milano

lunedi 14.30 - 19.30
martedi - domenica 9.30 -19.30
giovedi e sabato 9.30 - 22.30
ingresso libero

La leggenda della ninfa Albaluce


Il Canavese è il regno dell'Erbaluce, un grandissimo vitigno lasciatoci in eredità dai Romani, che lo chiamavano "Alba lux" (luce dell'alba).
Una dolce leggenda ne celebra le antichissime origini.
Un tempo le colline lasciate dai ghiacciai erano abitate dalle ninfe dei laghi, dei boschi e delle sorgenti ed erano venerate insieme a Notte, Sole, Luna, Venti e Stelle.
Alba era una di queste Dee ed un giorno, sulla riva del ruscello, incontrò il Sole. Si innamorarono, ma non potevano vedersi mai. L'impossibilità di questo amore fece intervenire la Luna che, complice, decise un giorno di non lasciare il Cielo, ma di interporsi sul cammino del Sole in modo che questi potesse raggiungere nascosto la Terra ed incontrare l'amata Alba.
Da quella eclisse nacque Albaluce, con occhi color del cielo, pelle di rugiada e lunghi capelli splendenti come raggi di sole.
La fama della sua bellezza spinse gli abitanti della zona ad offrirle doni e omaggi in giorni di festa, fino a quando i frutti del lago non furono più sufficienti, nè ad offrire doni, nè al sostentamento. Occorreva terra da coltivare e per questo si scavò un grande canale per far defluire le acque del lago. Ma le acque del lago tutto travolsero seminando morte.
La ninfa Albaluce pianse per il dolore e dalle sue lacrime, pianto del Sole e dell'Alba, si alzarono lunghi tralci, ricchi di dolci, dorati grappoli di succosa uva bianca.

giovedì 27 maggio 2010

Re Arduino: primo re d'Italia


Grande feudatario, guerriero valoroso, stratega impareggiabile.
Questo e molto altro fu Arduino marchese d'Ivrea, incoronato primo re d'Italia nell'anno del Signore 1002.
Nato nel 955, visse due vite: la prima da feroce condottiero, nemico giurato dell'imperatore germanico, capace di farsi scomunicare per aver incendiato la chiesa nella quale si era rifugiato il vescovo di Vercelli, suo sventurato avversario. E la seconda da devoto penitente, tra le mura dell'abbazia benedettina di Fruttuaria, nell'attuale comune di San Benigno.
Vi si ritirò negli ultimi anni, prima di morire in odore di santità, nel 1015.
In tutto il Canavese le tracce lasciate da Arduino, reali e leggendarie, sono custodite con devozione.
Nelle notti d'inverno i nonni narrano ai nipotini le storie che hanno ascoltato dai padri dei loro padri: racconti fantastici che parlano del gigantesco cavallo del re e del suo meraviglioso mantello, del luogo dov'è nascosto il suo scettro e dei ripetuti trafugamenti dei suoi resti mortali, attualmente conservati nel Castello di Masino.
E oggi Arduino vive ancora, grazie al Consorzio di Tutela dei Vini DOC Caluso, Carema e Canavese: il più illustre tra i Canavesani è diventato il simbolo del frutto più prezioso della sua terra, il vino.

mercoledì 26 maggio 2010

In viaggio nella cucina ambrosiana: Dal Risòtt Giald al Panettón


2° edizione
14 maggio - 13 giugno 2010


46 ristoranti tra Milano e provincia, identificati con il marchio DeCA - Denominazione di Cucina Ambrosiana, proporanno durante la rassegna, menù a prezzi fisso: 30,40,50 Euro bevande incluse per permettere a tutti, milanesi e non, di degustare i piatti tipici della nostra cucina, spesso dimenticata o poco valorizzata.

L'iniziativa è realizzata dal Settore Turismo - Provincia di Milano, in collaborazione con EPAM - l'Associazione dei Pubblici Esercizi Milanesi aderente all'Unione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni della Provincia di Milano e con il patrocinio della Camera di Commercio di Milano.

Durante la rassegna sarà possibile gustare i sapori dei piatti tipici stagionali, cucinati secondo le tradizionali ricette milanesi.

Il marchio DeCA è stato ideato e realizzato dalla Camera di Commercio di Milano e dal settore Ristoranti di EPAM (Associazione Provinciale Milanese Pubblici Esercizi) in collaborazione con l’Unione del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni della Provincia di Milano e l’Accademia Italiana della Cucina. Ha lo scopo di promuovere la cultura e le tradizioni enogastronomiche del territorio meneghino e costituisce il simbolo di riconoscimento dei ristoranti tipici milanesi.

Vai ai ristoranti aderenti e leggi in ognuno il menù e il prezzo.

La nuova edizione della rassegna stampa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa tenuta il 13 maggio allo IAT.

Caravaggio in Montenegro, Narciso alla fonte



Nell’ambito delle relazioni diplomatiche e culturali tra Italia e Montenegro, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con il Ministero della Cultura del Montenegro e con il contributo di A2A, presenta la mostra “Caravaggio in Montenegro, Narciso alla fonte”.

L’iniziativa, proposta nell’anno dedicato alle Celebrazioni del quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, si inserisce nel più ampio quadro dei rinnovati rapporti di amicizia e cooperazione tra i due Paesi.
Il quadro “Narciso alla fonte” conservato nelle sale della Galleria Nazionale di Arte Antica Palazzo Barberini in Roma verrà temporaneamente esposto, dal 3 al 16 giugno 2010, presso il Museo di Arte Contemporanea “Dvorac Petrovica” di Podgorica.

“Come il Narciso si contempla nello specchio d’acqua per riceverne un riflesso della sua stessa bellezza, allo stesso modo mi auguro che Italia e Montenegro possano nel futuro, sempre di più, guardarsi per conoscere e riscoprire vicendevolmente la ricchezza della loro identità”, afferma il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, on. Sandro Bondi “Due paesi, geograficamente vicini, che hanno avuto nella storia molti e significativi punti di contatto”.
“Partendo dalla consapevolezza che il patrimonio culturale mondiale è radicato in gran parte sulle tradizioni della civiltà e della cultura italiana, ci rallegra che in Montenegro avremo la possibilità di ammirare e di vivere Caravaggio. Questo è un altro segno della gentile unione di due paesi legati
da rapporti di amicizia, l’Italia e il Montenegro”. Sottolinea il Ministro della Cultura del Montenegro, on. Branislav Micunovic.


3-16 giugno 2010
apertura tutti i giorni
ore 10:00 – 20:00
entrata gratuita

Museo Dvorac Petrovica
Krusevac bb
81000 Podgorica, Montenegro
tel. +382 (0) 20243914
csucg@t-com.me


sabato 22 maggio 2010

Giornata delle rose e delle piante insolite

Villa Della Porta Bozzolo
Sabato 22 e domenica 23 maggio 2010
, dalle ore 10 alle 18, Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno (VA) ospiterà la terza edizione della manifestazione “Le giornate delle rose e delle piante insolite”, mostra-mercato promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano che vedrà radunati amatori, vivaisti e collezionisti della regina dei fiori, sinonimo di bellezza ed eleganza e fra i fiori dell'estate più amati.


Numerose anche le piante più o meno “insolite” da scoprire o riscoprire: frutti antichi, orchidee, tillandsie, piante grasse (caudiciformi, esemplari da collezione e tropicali da fiore), piante acquatiche, fucsie, ortensie, arbusti ornamentali da bacca, aceri e piante da brughiera, piante erbacee perenni, piante per il giardino mediterraneo a basse esigenze idriche, bulbi, tuberi, cormi e rizomi da fiore. Saranno presenti anche espositori che proporranno attrezzature per giardino, vasi, sculture e mobili da giardino d'epoca.

Alla manifestazione parteciperanno rinomate aziende agricole e florovivaistiche, tra cui Floricoltura Esotica di Battistella Nicola, Eta Beta vivaio, Azienda agricola Feletig Maurizio, Floricoltura Fenix, Fessia floricoltura, Vivai Floralpe, Il giardino delle essenze perdute, La Campanella azienda agricola, Pozzi Edmondo floricoltura, Ratto Paolo Angelo azienda agricola, Raziel, Piante Spertini, Floricoltura Vanoni, Viola Daniele azienda agricola.

Inoltre, per l'occasione le sale di Villa Bozzolo saranno rese ancora più suggestive dall'esposizione di acquarelli a tema floreale e da creazioni appositamente realizzate dalle artiste Danila Denti e Daniela Pasuello.

Nel corso della manifestazione verranno organizzati interessanti incontri aperti al pubblico sul tema delle rose, delle fucsie e della cura del verde:

sabato 22 maggio alle ore 15.00 e alle ore 16.30 e domenica 23 maggio alle ore 11.30 e 15.30, Luca Dell'Acqua - tecnico per l'allestimento, la manutenzione e il recupero di spazi verdi - terrà interessanti conferenze dal titolo “Rose: che passione. Semplici e pratici consigli per una buona coltivazione”. Nel corso degli incontri si parlerà della coltivazione delle rose in vaso e in aiuola con le migliori tecniche per il loro invernamento e la loro riproduzione. A seguire Dell'Acqua sarà a disposizione degli appassionati per suggerimenti e consigli personalizzati;
domenica 23 maggio alle ore 14.30, Agnese Mandrino presenterà il suo libro “Fucsie” (edito da Calderini), parlando del fascino e delle caratteristiche di questo antico fiore;
domenica 23 maggio alle ore 16.30, l'Ingegner Julius Höh - Amministratore Delegato Andreas Stihl Spa - parlerà di “Sicurezza e salute nell'utilizzo delle piccole attrezzature a motore per la cura del verde”, dando anche numerosi consigli pratici.
Per i bambini: dalle ore 10.30 alle 17.30 esperti animatori proporranno ai piccoli visitatori divertenti laboratori ludico-didattici dal titolo “Giardinieri… in erba”.

Si ringrazia la ditta Piante Spertini di Laveno per le rose decorative presenti a Villa Della Porta Bozzolo.

La manifestazione “Le giornate delle rose e delle piante insolite” a Villa Della Porta Bozzolo si inserisce nel ciclo delle mostre-mercato dedicate a piante e fiori che, dopo “I Colori di primavera”, propone “I Colori d'estate”. La rassegna proseguirà domenica 6 giugno con “Frutti in festa” al Monastero di Torba a Gornate Olona (VA) e, dopo l'estate, con il ciclo “I Colori d'autunno”.

giovedì 20 maggio 2010

Differenza tra uomini e donne

Una donna vuole che un solo uomo soddisfi tutte le sue esigenze, mentre un uomo vuole che tutte le donne soddisfino l'unica esigenza che ha.


Prince of Persia - Le sabbie del tempo

(Prince of Persia: The Sands of Time , USA, 2010, Azione)
Regia di Mike Newell
Con Jake Gyllenhaal, Gemma Arterton, Ben Kingsley, Alfred Molina, Toby Kebbell, Reece Ritchie, Ambika Jois, Richard Coyle, Gísli Örn Garðarsson, Luke Beach.

Ambientato nella Persia (l'attuale Iran) medioevale, Prince of Persia racconta la storia di un avventuroso principe che cerca un accordo con una principessa rivale per impedire all'ira di un sovrano di scatenare una tempesta di sabbia in grado di distruggere il mondo.


In uscita il 21 maggio 2010

mercoledì 19 maggio 2010

Giornata nazionale della lettura 2010

Regalare un libro è un gesto d'affetto

Parte da questa convinzione la prima campagna di comunicazione organizzata dal Centro per il libro e la lettura e dall'Associazione Italiana Editori, in collaborazione con l'Associazione Librai Italiani e l'Associazione Nazionale Comuni Italiani, in occasione della Giornata nazionale per la promozione della lettura del 23 maggio 2010.
Enti locali, biblioteche, istituzioni, come pure editori e librai si faranno promotori e organizzatori di numerose iniziative su tutto il territorio nazionale.

Per chi fosse interessato, è possibile segnalare gli eventi inviando una e-mail all'indirizzo adesioni@ibookyou.it


Le iniziative sono pubblicate nella sezione EVENTI del sito della campagna - http://www.ibookyou.it/.

Arte & Natura - Villa Litta Lainate



4° Esposizione Interregionale Artigianale, Artistica e Floreale ispirata alla Natura

Sabato 22 e Domenica 23 Maggio 2010
Villa Borromeo Visconti Litta
Lainate (MI)

Orario continuato: 10.00 – 19.30


Ingresso libero e vendita diretta


Arte & Natura aspetta i suoi fedeli visitatori e quelli nuovi che giungeranno nello storico e suggestivo contesto rinascimentale e settecentesco di Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate, il 22 e 23 Maggio 2010 per un’immersione nella natura, nell’arte e nella creatività.

Arte & Natura, evento espositivo unico nel suo genere in Italia, per l’aderenza al tema natura ed al contesto che lo ospita, presenta opere d’arte, di artigianato artistico e di florovivaismo di qualità rigorosamente a tema “natura”, nelle forme, nei soggetti, nei colori, nei materiali.

Il pubblico viene poi coinvolto in lavorazioni dal vivo, laboratori didattici, dimostrazioni durante l’intera durata dell’evento...in quanto lo scopo è quello di mostrare il bello, in un contesto piacevole e di “portarsi a casa” nuove conoscenze e cultura...oltre che la possibilità di acquistare i pezzi e le creazioni in mostra.

Per quanto riguarda il vivaismo e florovivaismo verranno presentati fiori e piante primaverili ed estivi, rose moderne ed antiche, si potrà assistere a conferenze e rivolgersi gratuitamente ad esperti vivaisti e progettisti di giardini per consigli e suggerimenti.

Un evento rivolto ed adatto a tutti, un’immersione nella storia, nell’artigianato, nell’arte e nella botanica, una due giorni non stop in cui sarà possibile anche visitare il Ninfeo con i giochi d’acqua (la domenica dalle 15.00 alle 18.00 o per gruppi di almeno 20 persone in altri orari su prenotazione al tel. 339-3942466).


Per raggiungere Villa Borromeo Visconti Litta, Largo Vittorio Veneto 12, Lainate (MI):
- Autostrada dei Laghi (A8) uscita casello di Lainate- S.S. 33 del Sempione, seguire le indicazioni per Lainate all'altezza dei comuni di Rho (percorrendo poi la S.P. 101) o Nerviano (percorrendo poi la S.P. 109).

- S.S. 233 Varesina, seguire le indicazioni per Lainate all'altezza dei comuni di Garbagnate

(percorrendo poi la S.P. 109) o Saronno (percorrendo poi la S.P. 101)
- Mezzi pubblici: da Milano, autobus STIE da Via Veniero, angolo P.le Lotto (metropolitana linea 1).

Per raggiungere Lainate con mezzi pubblici si possono consultare anche i siti Internet :
www.trasporti.regione.lombardia.it/trl_index.htm.



venerdì 14 maggio 2010

"Storie di tutti i giorni" di Riccardo Fogli



Storie di tutti i giorni,
vecchi discorsi sempre da fare,
storie ferme sulle panchine
in attesa di un lieto fine;
storie di noi brava gente
che fa fatica, s'innamora con niente,
vita di sempre, ma in mente grandi idee.
Un giorno in più che se ne va
un orologio fermo da un'eternità
per tutti quelli così come noi
da sempre in corsa, sempre a metà;
un giorno in più che passa, ormai,
con questo amore che non è grande come vorrei.

Storie come amici perduti
che cambiano strada, se li saluti;
storie che non fanno rumore
come una stanza chiusa a chiave;
storie che non hanno futuro,
come un piccolo punto su un grande muro
dove scriverci un rigo
a una donna che non c'è più.
Un giorno in più che se ne va,
un uomo stanco che nessuno ascolterà
per tutti quelli così come noi
senza trionfi, né grossi guai;
un giorno in più che passa ,ormai,
con questo amore che non è bello come vorrei.

Storie come anelli di fumo
in un posto lontano, senza nessuno
solo una notte che non finisce mai.
Un giorno in più che se ne va
dimenticato fra i rumori di città,
per tutti quelli come noi
niente è cambiato e niente cambierà;
un giorno in più che passa ormai
con questo amore che non è forte come vorrei.

(M.Fabrizio/G.Morra/R.Fogli)



Oggi sono sono malinconica e in vena di ricordi. Questa stupenda canzone, cantata dal bellissimo Riccardo Fogli, mi sembra proprio adatta.

Notte dei Musei 2010 a Milano


Il 15 maggio 2010, appuntamento in tutti i luoghi d'arte e i musei di Milano per la Notte dei Musei .
I musei e i luoghi d'arte saranno aperti fino alle 2.00 del mattino con ingresso gratuito, offrendo così la possibilità di fruire del patrimonio artistico in orari eccezionali.
Rimarranno allora aperti fino a tarda notte i Musei del Castello, Palazzo Morando, la Galleria d’arte moderna, il Museo del Risorgimento, l’Acquario civico e il Museo Archeologico.
Il Castello Sforzesco sarà aperto al pubblico e offrirà visite guidate gratuite fino alle 22.30; Palazzo Morando chiudera’ alle ore 24.00 con visite gratuite alle ore 20.00 e alle ore 21.30, mentre la Galleria d’Arte Contemporanea rimarrà aperta grazie ai volontari del progetto Comunicare il museo che accompagneranno i visitatori in un insolito percorso visita.
Il Museo del Risorgimento sarà aperto fino alle 24.00; visite guidate gratuite sul tema Gesta e gusti. Ingresso libero anche al Museo Archeologico fino alle ore 24.00 con visite gratuite alle 20.30 e alle 22.00.
Anche l’Acquario civico chiuderà alle ore 24.00; in programma visite guidate gratuite ogni ora

dalle 18.00 alle 23.00.
dal 15-05-2010 al 15-05-2010

"Metà del cielo" di Nicholos D. Kristof e Sheryl WuDunn

Il mondo salvato dalle donne
''Un libro commovente... Un incoraggiamento al cambiamento attarverso l'esempio di donne coraggiose.''
Khaled Hosseini
Due prestigiose penne del New York Times ci offrono in questo libro una appassionata chiamata alle armi contro la violazione forse più macroscopica dei diritti umani: l'oppressione di donne e bambine nei paesi in via di sviluppo.
Questo libro è un viaggio attraverso Asia e Africa per incontrare le donne che soffrono e combattono contro la schiavitù sessuale, la malattia, lo sfruttamento e la violenza.
Attraverso le storie di queste donne gli autori ci mostrano come la chiave dello sviluppo economico sia in realtà legata allo sviluppo del potenziale femminile.
Paesi come la Cina hanno potuto crescere economicamente proprio grazie al lavoro delle donne. Consentire alle donne di entrare nel mercato del lavoro è la migliore strategia per combattere la povertà e il terrorismo.

mercoledì 12 maggio 2010

Renato Zero: il “presente” e' un dvd

Oggi è uscito l’attesissimo DVD live/cd di RENATO ZERO, dal titolo “Presente zeronovetour”, che racconta l’esperienza dell’ultimo tour dell’artista, svoltosi tra ottobre e dicembre del 2009, oltre a proporre il brano inedito “Unici” e a contenere un’intervista e alcune fotografie esclusive.

Il tour aveva fatto registrare date esaurite in tutta Italia, presentando i brani dell’album “Presente” (contenuto nella confezione extralusso con il dvd), come “Ancora qui”, “Questi amori”, “Muoviti”, “L’ormonauta”, “Il sole che non vedi” e anche alcuni tra i brani più noti della discografia del cantante romano.

Domani sera, Renato Zero incontrerà i fan alla FNAC di Milano, in via della Palla 2, in attesa della presentazione ufficiale live ai WIND MUSIC AWARDS, che si svolgeranno il 28 e il 29 maggio all’Arena di Verona.

martedì 11 maggio 2010

UN CAPPELLO COLOR PORPORA ! afferralo e indossalo ORA…


A tre anni Lei si guarda e vede una Regina.

A otto anni Lei si guarda e vede Cenerentola.

A quindici anni Lei si guarda e vede una Brutta sorella
("mamma non posso andare a scuola con questo aspetto qui").

A vent'anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa / troppo magra, troppo bassa / troppo alta, con i capelli troppo lisci / troppo arricciati",
ma decide che uscirà di casa lo stesso.

A trent'anni Lei si guarda e si vede
"troppo grassa / troppo magra, troppo bassa / troppo alta,
con i capelli troppo lisci / troppo arricciati"
ma decide che non ha tempo di risistemarsi e che uscirà di casa lo stesso.

A quarant'anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa / troppo magra, troppo bassa / troppo alta, con i capelli troppo lisci / troppo arricciati"
ma dice: "almeno sono pulita", ed esce di casa lo stesso.

A cinquant'anni Lei si guarda e si vede "esistere"
e se ne va dovunque abbia voglia di andare.

A sessant'anni Lei si guarda e ricorda tutte le persone
che non possono più nemmeno guardarsi allo specchio.
Esce di casa e conquista il mondo.

A settant'anni Lei si guarda e vede saggezza,
capacità di ridere e saper vivere,
esce e si gode la vita.

A ottant'anni non perde tempo a guardarsi.
Si mette in testa un cappello color porpora ed esce per divertirsi con il mondo.




Mi auguro che tutte le donne sappiano afferrare prima
quel cappello color porpora!

Massimo Lopez: CIAO FRANKIE


Lo spettacolo di Massimo Lopez è un divertente slalom tra l'appassionante repertorio musicale di Frank Sinatra ed il trascinante intrattenimento del pubblico, tra un brano e l'altro, fatto di divertenti monologhi sui più svariati argomenti, le sue irresistibili e a volte "improbabili" imitazioni unite ad una buona dose di esilaranti e coinvolgenti momenti di pura improvvisazione che contagiano nella risata oltre che lo spettatore anche tutto il cast.

Per l'occasione, all'interno del Teatro Nuovo, sarà allestito un buffet con tante specialità e una vasta scelta di drinks. Un'imperdibile occasione di acquistare a prezzo ridotto e con l'happy hour incluso!

Il Teatro Nuovo è proprio nel cuore di Milano, Piazza San Babila, sotto la famosa Galleria del Toro. Gli uffici del Teatro si trovano ora presso la scala di fronte alla biglietteria del teatro.

da martedì 11 a domenica 23 maggio 2010
per prenotazioni: info-line: 02 794026

sabato 8 maggio 2010

“La Biblioteca delle Meraviglie” - 400 ANNI DI AMBROSIANA: IL MONDO A MILANO


Importantissima istituzione culturale milanese, la Biblioteca Ambrosiana compie 400 anni.
Per celebrare l’evento, dal 24 marzo è in atto la mostra “La Biblioteca delle Meraviglie” inaugurata proprio il 24 marzo alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dei Cardinali Tarcisio Bertone e Dionigi Tettamanzi, la mostra celebra e rappresenta in modo egregio il prezioso contenuto dell’Ambrosiana.
La sua fondazione risale all’atto del 1607, fortemente voluto dall’arcivescovo Federico Borromeo, il quale già nel 1604 aveva presentato a papa Clemente VIII il suo primo progetto di fondare a Milano una grande biblioteca pubblica.
E’ una biblioteca universale, perché così è stata ideata dal suo fondatore affinché tutto il sapere umano fosse raccolto e catalogato in un prezioso luogo cui ogni cittadino può attingere.
Tutte le scienze, letteratura classica greco-latina, letteratura cristiana, teologia, filosofia, linguistica, diritto, musica, il tutto proveniente da qualsiasi luogo della terra partendo dall’Antichità al Medioevo e al Rinascimento.
La preziosissima mostra che si sviluppa anche nelle sale della Pinacoteca Ambrosiana, utilizza tutti i moderni strumenti di comunicazione. Tutto il percorso sarà illustrato mediante l’utilizzo di schermi multimediali che aiuteranno il pubblico a meglio comprendere il contenuto e le vicende dei preziosissimi manoscritti e disegni esposti
Indirizzata veramente a tutti studiosi e non, affascinante ed appassionante, vi saprà incantare insieme alla mostra che si tiene in contemporanea dei fogli del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci.
Non perdete l’occasione di assistere nel cuore di Milano ad un vero evento.

Veneranda Biblioteca Ambrosiana
Piazza Pio XI 2, 20123 Milano
fino al 27 giugno 2010


Giorni di apertura: dal martedì alla domenica, con orario continuato dalle ore 9,00 alle 19,00.
Ultimo accesso alla mostra: ore 18:30
Intero: € 8,00 – Ridotto: € 6,00
Riduzioni per Gruppi Scolastici, Studenti Universitari, Over 65 e Under 18.
Catalogo: € 19,00

Per info:
Ufficio Stampa dell’Ambrosiana
Don Alberto Rocca
+39 02 80692328 +39 348 5118102
arocca@ambrosiana.it



Ufficio Stampa per il IV Centenario
Artemedia – Andrea Amato
+39 02 36644666 +39 347 4012610
comitatoquartocentenario@ambrosiana.it

Utopia Matters: Dalle Confraternite al Bauhaus




Peggy Guggenheim Collection
Palazzo Venier dei Leoni
Dorsoduro 701 - Venezia


Attraverso oltre 70 opere, tra dipinti, sculture, disegni, oggetti di design, fotografie e stampe, la mostra analizza l’evoluzione degli ideali utopici nel pensiero e nella pratica artistica occidentale moderna, prendendo in esame una serie di casi studio internazionali rivelatori dei molti aspetti che l’utopia assume se adottata dai movimenti artistici, dalle confraternite ottocentesche fino alle avanguardie del primo dopoguerra. I movimenti interessati sono i Primitifs francesi, i Nazareni tedeschi, i Preraffaelliti inglesi, l’eclettico artista inglese William Morris con il movimento internazionale dell'Arts and Crafts, la Cornish Colony americana, il Neo-Impressionismo francese, il De Stijl olandese, il Bauhaus tedesco, per arrivare al Costruttivismo russo. La mostra annovera prestiti dai più importanti musei del mondo, dal Metropolitan al Solomon R. Guggenheim, dal Moma al Brooklyn Museum di New York, dalla Tate Britain al Victoria and Albert Museum di Londra. La mostra è organizzata in collaborazione con il Deutsche Guggenheim di Berlino, dove è stata esposta dal 22 gennaio al 11 aprile, 2010.

Biglietti
Adulti: 12€
Senior oltre i 65 anni: 10€
Studenti fino a 26 anni: 7€ (oltre la scuola dell'obbligo con una tessera studenti valida)
Bambini fino a 10 anni, soci: gratuito

Orario
Apertura 10-18 tutti i giorni
Chiuso il martedì e il 25 dicembre

Informazioni generali
tel: 041.2405.411
fax: 041.520.6885
e-mail: info@guggenheim-venice.it

Servizi per il pubblico
tel: 041.2405.440/419
fax: 041.520.9083
e-mail: visitorinfo@guggenheim-venice.it
http://www.comune.venezia.it/flex/FixedPages/IT/Eventi.php/L/IT/ID/40358

venerdì 7 maggio 2010

OMAGGIO A GILLO DORFLES


Teatro dal Verme
Via San Giovanni sul Muro, 2
Milano

lunedì 10 maggio 2010

ore 20,30 in: Sala Grande


Programma:
a partire dalle ore 20.30
Incontro con Gillo Dorfles e Giovanni Bertelli
“Musica contemporanea”

alle 21.15
Arnold Schonberg: Pierrot lunaire op.21
Giovanni Bertelli: Anatomia della sovversione, composizione commissionata dal Divertimento Ensemble e dedicata a G. Dorfles - prima esecuzione assoluta
Luciano Berio: Folk songs

Divertimento Ensemble
Alda Caiello, soprano
In collaborazione con VII Corso di Direzione d’Orchestra

A conclusione del calendario di appuntamenti collaterali alla mostra “Gillo Dorfles. L’avanguardia tradita”, la Fondazione Antonio Mazzotta e la rassegna concertistica Rondò 2010, con la collaborazione della Fondazione dei Pomeriggi Musicali, della rivista Amadeus e del VII Corso di Direzione d'Orchestra organizzato dal Divertimento Ensemble, dedicano al Maestro Dorfles un concerto presso il Teatro dal Verme di Milano.

Biglietti: Intero € 12.00; Ridotto € 8.00
http://www.vivaticket.it/

call center 899666805

E’possibile acquistare i biglietti a Palazzo Reale presso la mostra "Gillo Dorfles. L’avanguardia tradita"

Divieto di pesca!!!

Una coppia andò in vacanza su un lago in cui si poteva pescare.
Lui amava pescare all'alba e lei adorava la lettura.
Una mattina lui tornò dopo alcune ore di pesca e decise di sdraiarsi per schiacciare un pisolino.
Benché il lago non le fosse familiare, lei, decise di uscire in barca.
Remò un po’, ancorò la barca e ricominciò a leggere il suo libro. Dopo un po' apparve una guardia nella sua barca.
Richiamò la donna e le disse:
- Buongiorno, signora... cosa sta facendo ?
- Leggo ! - rispose lei, pensando che fosse evidente.
- Si trova in un'area di divieto di pesca!
- Ma non sto pescando ! Non lo vede ?
- Sì, però ha con sé tutto l'occorrente. Dovrà seguirmi e la dovrò multare!
- Se lo fa, la denuncio per violenza carnale ! disse la donna indignata.
- Ma... ma se non l'ho neanche toccata !
- Sì... però ha con sé tutto l'occorrente...

Non discutere mai con donne che sanno leggere.


giovedì 6 maggio 2010

“Morning Sun” di Robbie Williams

Testo:

How do you rate the morning sun
After a long a sleepless night
How many stars would you give to the moon?
Can you see those stars from where you are?
Shine on the lost and lonely
The ones who can’t get over it
You always wanted more than life
But now you don’t have the appetite
In a message to the troubadour
The world don’t love you anymore
Tell me how do you rate the morning sun?
Stuck inside the rainbow
You could happen to be
Cause I’ve been close to where you are
All the places you haven’t seen
It all seems so familiar
Like they’ve been sent to kill’ya
It doesn’t take an astronaut
To float in a space is just a thought
The morning brings a mystery
The evening makes it history
Who am I to rate the morning sun?
And the village drunk
You know he sadly passed away,
It was a shame I never knew his name
I wonder if he sat there in the morning
Watched the sunrise
How do you rate the morning sun
It’s just to heavy for me
And all I wanted was the world
And you were the star that lit the sun
Don’t go wasting your time
Cause there is no finish line
And you don’t see anything,
Not even love not anything,
The night can take the man from you
A sense of wonder overdue
The morning brings a mystery
The evening makes it history
Who am I to rate the morning sun?



Traduzione:


Come ti sembra il sole la mattina?
dopo una lunga notte insonne
quante stelle daresti alla luna?
riesci a vedere quelle stelle da dove sei?
illumina quelle perse e sole
quelle che non ce la fanno
Hai sempre desiderato più della vita
ma ora non hai più l’appetito
in un messaggio al trovatore
il mondo non ti ama più
dimmi come ti sembra il sole la mattina
Bloccati dentro l’arcobaleno
potrebbe capitare di vivere
perchè io sono stato molto vicino a dove sei tu ora
tutti i posti che non hai visto
sembra tutto così familiare
come se fossero stati mandati per ucciderti
Non serve un astronauta
fluttuare nello spazio è solo immaginazione
il mattino porta con sè un pò di mistero
la sera lo trasforma in storia
chi sono io per giudicare il sole la mattina?
E l’ubriacone del paese
sai che è scomparso
è un peccato che non sappia nemmeno il suo nome
mi chiedo se si sedesse qui la mattina
Guardando l’alba
Cosa ne pensi del sole la mattina
è difficile per me
e tutto ciò che volevo era il mondo
e tu eri la stella che illumina il sole
non sprecare il tuo tempo
perchè non c’è una linea d’arrivo
e tu non vedi nulla,
nemmeno l’amore, nè nient’altro,
la notte può portare quell’uomo da te
un senso di meraviglia
il mattino porta con sè un pò di mistero
la sera lo trasforma in storia
chi sono io per giudicare il sole la mattina?

“Ho sognato di Te” di Ben Sherwood

Trama:
Sopravvivere all’incidente che ha stroncato la vita del proprio fratello è un evento straziante. Essere la causa di quello stesso incidente è insopportabile. Questo è successo a Charlie St.Cloud. Aveva solo 15 anni: troppo pochi per guidare un’automobile, ma abbastanza per farsi venire l’idea più pericolosa che avesse mai avuto: prendere in prestito la macchina dei vicini per portare il fratello Sam alla partita dei Red Sox. L’impatto fu violentissimo, i cuori di entrambi si arrestarono. Poi, inspiegabilmente, quello di Charlie ricominciò a battere, mentre quello di Sam non riprese mai più. Non per questo però, le loro esistenze si divisero…

A tutti è capitato di perdere una persona cara, e di sperare con la rabbia che brucia dagli occche in fondo qualcosa sia rimasto, un soffio di fiato, una presenza invisibile,,,

“Promessi Sposi” in un kolossal a Milano allo Stadio di San Siro




L’opera "I promessi sposi", scritta, diretta e prodotta da Michele Guardì, musiche di Pippo Flora, debutta il 18 giugno 2010 a S. Siro, per la prima volta tempio della lirica (biglietti già disponibili su http://www.ipromessisposi.net/).
L' anteprima è avvenuta il 29 aprile in Duomo, con la presenza del cardinale Tettamanzi.


Dalla serata del 18 giugno a San Siro saranno poi ricavati un Cd ed un Dvd mentre da settembre lo spettacolo andrà in scena per tre settimane al Teatro degli Arcimboldi a Milano.

martedì 4 maggio 2010

Aforismi di Voltaire

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi…

Tutti i vizi di tutte le età e di tutti i paesi del globo riuniti assieme, non eguaglieranno mai i peccati che provoca una sola campagna di guerra.

Non si è perduto niente, quando ci resta l'onore.

Quando una verità è chiara, è impossibile che ne nascano partiti e fazioni.

Per la maggior parte delle persone correggersi vuol dire cambiare i propri difetti.

Gli uomini sono eguali. Non la nascita, ma la virtù fa la differenza.

L'amore è una tela fornita dalla Natura e abbellita dall'immaginazione.

L'arte della medicina consiste nel divertire il paziente mentre la natura cura la malattia.

Quando colui che ascolta non capisce colui che parla e colui che parla non sa cosa sta dicendo: questa è la filosofia.

Gli uomini discutono, la natura agisce.

Ama la verità ma perdona l'errore.

Chiedete al rospo che cosa sia la bellezza e vi risponderà che è la femmina del rospo.

Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto.

È meglio correre il rischio di salvare un colpevole piuttosto che condannare un innocente.

Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perchè tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente.

Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle.

Il modo migliore per diventare noiosi è dire tutto.

La vera caratteristica della libertà è l'indipendenza, mantenuta con la forza.

L'amore è di tutte le passioni la più forte perchè attacca contemporaneamente la testa, il cuore e il corpo.

Il lavoro allontana tre grandi mali: la noia, il vizio ed il bisogno.

La superstizione mette il mondo intero in fiamme, la filosofia le spegne.

Il sentimento di giustizia è così universalmente connaturato all'umanità da sembrare indipendente da ogni legge, partito o religione.

L'uomo è nato per l'azione, come il fuoco tende verso l'alto e la pietra verso il basso. Non essere occupato e non esistere è per l'uomo la stessa cosa.

La paura segue il crimine, ed è la sua punizione.

I piaceri sensuali passano e svaniscono in un batter d'occhio, ma l'amicizia tra noi, la reciproca confidenza, le delizie del cuore, l'incantesimo dell'anima, queste cose non periscono, non possono essere distrutte. Ti amerò fino alla morte.

Ogni setta, di qualunque genere sia, è uno schieramento del dubbio e dell'errore.

Noi siamo tutti impastati di debolezze e di errori: perdonarci reciprocamente le nostre balordaggini è la prima legge di natura.

Non si è mai disputato se c'è luce a mezzogiorno.

Tutti gli stili sono buoni, tranne lo stile noioso.

Uccidere è proibito, quindi tutti gli assassini vengono puniti, a meno che non si uccida su larga scala e al suono delle trombe.

Se abbiamo bisogno di leggende, che queste leggende abbiano almeno l'emblema della verità!

Mi piacciono le favole dei filosofi, rido di quelle dei bambini, odio quelle degli impostori.

Ci sono uomini che usano le parole all'unico scopo di nascondere i loro pensieri.

Chi ha delle estasi, delle visioni, chi scambia i sogni per la realtà è un entusiasta. Chi sostiene la propria follia con l'omicidio è un fanatico.

Viviamo in società. Per noi dunque niente è davvero buono se non è buono per la società.

Un uomo è libero nel momento in cui desidera esserlo.

Un vecchio amore è come un granello di sabbia, in un occhio, che ci tormenta sempre.

sabato 1 maggio 2010

1° maggio: 1 euro per 1 museo nei luoghi statali della cultura


Oggi, sabato 1° maggio molti musei statali saranno visitabili al costo di un solo euro. Anche quest’anno dunque il MiBAC in occasione della festa dei lavoratori offre la possibilità a tutti gli italiani e ai turisti stranieri di conoscere e riscoprire il nostro grande patrimonio culturale e artistico ad un prezzo simbolico.

Queste solo alcune delle strutture che aderiscono alla promozione: il Museo “Casa natale di Gabriele D’Annunzio” a Pescara, il Parco Archeologico di Herakleia a Policoro (MT), il Parco Archeologico di Sibari di Cassano allo Ionio (CS), la Reggia di Caserta, il Mausoleo di Teodorico a Ravenna, Il Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli (UD), la Galleria Borghese a Roma, la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola a Genova, il Museo di Palazzo Ducale a Milano, la Galleria Nazionale delle Marche ad Urbino, il Museo Archeologico di Venafro (IS), il Museo delle Antichità Egizie a Torino, Castello Svevo a Bari, l’Area Archelogica di Nuraghe Losa ad Abbasanta (OR), le Gallerie dell’Accademia a Firenze, la Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia, le Gallerie dell’Accademia a Venezia.

Dopo il successo della settimana della cultura, che in termini assoluti ha fatto registrare il più alto numero di accessi ai luoghi della cultura di sempre con oltre 1.580.000 visitatori nei 371 siti finora monitorizzati, ossia il + 4,71% rispetto al 2009, cittadini e turisti potranno tornare ad ammirare musei e siti archeologici statali, aperti straordinariamente in occasione della festa del lavoro grazie alla positiva collaborazione del personale del Ministero.

Per informazioni contattare il numero verde gratuito del Ministero 800991199

Ufficio Stampa MiBAC
Tel. 06 67232261/2


Luoghi d’arte statali che hanno aderito all’apertura straordinaria del 1° maggio al costo simbolico di 1 euro

LOMBARDIA
Museo di Palazzo Ducale MANTOVA ore 8,15-19,15
Museo della Certosa di Pavia PAVIA ore 14,30-18,00