martedì 30 novembre 2010

Un Capolavoro per Milano: Filippo Lippi “La Natività”


dal 16/11/2010 al 30/01/2011

La Natività tra san Giorgio e san Vincenzo Ferrer offre un'affascinante testimonianza della pittura di Filippo Lippi, uno dei maggiori protagonisti del Rinascimento toscano. La tavola si trovava in origine nel refettorio del Convento di san Domenico a Prato e ora è conservata al Museo Civico della città.
La tavola riprende un soggetto molto amato dal pittore, in particolare nella sua attività matura, e segue la tradizione iconografica ispirata al celebre testo tardo trecentesco delle Rivelazioni di santa Brigida di Svezia: la Vergine è inginocchiata davanti al Bambino, avvolto in fasce e adagiato direttamente sul manto della madre, il cui delicato profilo riprende sembianze di Lucrezia Buti, la monaca amata da Lippi. La straordinaria figura di san Giuseppe, assorto e concentrato in preghiera, sposta il tema della Natività a quello dell'Adorazione del Bambino. L’intensa scena si svolge in un paesaggio fiabesco, con grande balze rocciose degradanti di memoria giottesca, da cui fanno capolino, non solo i pastori e gli angeli, ma anche piccoli cespugli e fiori minuziosamente descritti, come il mirto e l’agrifoglio, con evidenti allusioni simboliche.

Prestito dal Museo Civico di Prato.
Catalogo Silvana Editoriale.

Museo Diocesano
Corso di Porta Ticinese, 95
20123 Milano
Telefono e fax 02.89.42.00.19
e-mail: info@museodiocesano.it

lunedì 29 novembre 2010

Salvador Dalì - il sogno si avvicina


Interessantissima la mostra di Salvador Dalì "Il sogno si avvicina". DA VEDERE!!!!

Salvador Dalí è arrivato a Milano. Dopo la personale dell’ottobre del 1954 nella Sala delle Cariatidi, il genio surrealista ritorna a Palazzo Reale. La mostra, prodotta da Comune di Milano e da 24 ORE Cultura - Gruppo 24 ORE, inaugurata a Palazzo Reale il 22 settembre, termina il 30 gennaio 2011. L’esposizione, curata da Vincenzo Trione, è resa possibile grazie alla straordinaria collaborazione della Fondazione Gala-Salvador Dalí di Figueres e si avvale di importanti prestiti provenienti da musei nazionali e internazionali. L’allestimento è a cura dell’architetto Oscar Tusquets Blanca, amico e collaboratore di Salvador Dalí: autore, insieme con il Maestro surrealista, della sala Mae West nel museo di Figueres e del famoso sofà Dalilips.
Per la prima volta la sala di Mae West è stata realizzata all’interno del percorso espositivo così come fu ideata dallo stesso Dalí: una sorprendente installazione contemporanea.


Chiude il percorso il cortometraggio "Destino" di Salvador Dalì e Walt Disney, mai proiettato in Italia.


LE SEZIONI DELLA MOSTRA

La mostra intende approfondire il rapporto tra l’artista spagnolo e il tema del paesaggio. Si tratta di un aspetto poco conosciuto dal grande pubblico, che offre inattesi spunti di riflessione in merito al legame di Dalí con la pittura rinascimentale italiana, il surrealismo e la metafisica, in un processo che, secondo il curatore Vincenzo Trione, porta il pittore dal caos dell’inconscio al silenzio.
Quadri che vogliono documentare un “altro” Dalì: mistico, religioso, spirituale.

1 Paesaggi storici: guardare dietro di sé e intorno a sé.
Nella prima Stanza dedicata alla Memoria saranno accostate le opere che illustrano il rapporto dell’artista con il passato come La Venere di Milo con tiretti, proveniente dal museo Boymansvan Beuningen di Rotterdam, o le tele dedicate a Velaquez.
Nella successiva Stanza del Male è illustrato il rapporto dell’artista con la contemporaneità: in particolar modo il tema affrontato è quello legato alla guerra (come nella Melanconia Atomica del Reina Sofia di Madrid e nel Visage de la guerre del Boijmans Museum di Rotterdam.

3 Paesaggi dell'assenza: guardare oltre di sé
Infine, Dalì abbandona la rappresentazione della persona umana. E nella Stanza del Silenzio si fa sempre più forte l’assenza della figura sino alla sua sparizione e al trionfo del paesaggio. In un rimando metafisico che ha il suo climax nel Cammino dell’enigma (Fondazione Gala- Salvador Dalí Reina Sofia).
La Stanza del Vuoto è il punto di arrivo dove la pittura di caos si trasforma in pittura del silenzio. Dapprima, scenari segnati da desolanti inquietudini. Poi, addirittura l’astrazione, come testimonia l’ultimo olio dipinto dall’artista prima della morte, nel 1983, Il rapimento di Europa (conservato a Figueras): un monocromo azzurro, spaccato da ferite, quasi un involontario cretto.

4 Epilogo
La sezione conclusiva del percorso espositivo è una sintesi. Vi si documenta il rapporto tra Dalí e Walt Disney. In esposizioni, quadri che rivelano richiami classici, memorie rinascimentali, atmosfere metafisiche e iconicità pop.


Ogni sezione è accompagnata da ampie sezioni documentarie dove lo stesso Dalí, attraverso interviste e apparati video, racconta il suo rapporto privilegiato con alcuni dei luoghi e dei paesaggi a lui più cari, come gli stessi paesi della Catalogna, che diventano il suo rifugio e sede della Fondazione a lui intitolata (Figueras, Cadaques, Portlligat), l’Italia e l’amata Parigi.

http://www.mostradali.it/


mercoledì 24 novembre 2010

ARTISTICAMENTE


Il 27 e 28 Novembre 2010 torna la rassegna di autentico artigianato artistico (non hobbisti, ma veri artigiani professionisti, che ogni giorno lavorano nella loro bottega !) nella bella cornice di Villa Corvini, nel centro di Parabiago, in provincia di Milano.
Un evento che ogni anno ospita artigiani del legno, del vetro, della ceramica, orafi, sarti ...che presentano i loro pezzi unici, le loro creazioni interamente fatte a mano, con diverse tecniche antiche e moderne.
Un'esposizione, con vendita diretta al pubblico, che propone sempre novità, cose belle, innovative, per se stessi, per gli altri, per la propria casa.
Gli artigiani artisti provengono da diverse zone d'Italia.


Un momento anche di svago e di scambio culturale tra gli stessi partecipanti e tra loro e la gente appassionata o che si sta man mano avvicinando allo splendido ed interessante mondo dell'artigianato artistico...mestieri antichi che si tramandano, mestieri nuovi che si creano.

Visitare Artisticamente è un'esperienza bella ed interessante, è un modo per passare un pomeriggio diverso, per vedere gli artigiani al lavoro, per fare acquisti davvero unici ed originali, per conoscere ed imparare, sia per grandi che per piccoli.
In un clima disteso e caldo, tra una sfilata di moda assolutamente unica nel suo genere, ed uno spettacolo per bambini, laboratori didattici, dimostrazioni dal vivo, video, oggetti meravigliosi da ammirare e non solo ...
Vi aspettiamo per farVi conoscere tanti nuovi artisti interessanti...
Artisticamente, per la sua qualità, è patrocinata da Regione Lombardia, Provincia di Milano ed organizzata per e con il Comune di Parabiago ed il Centro Servizi Villa Corvini.





Esposizione Interregionale Artigianato Artistico Moderno e di Qualità
con vendita al pubblico, dimostrazioni dal vivo, sfilate di moda,
video, incontri con gli artigiani,
Sabato 27 e domenica 28 Novembre 2010
Villa Corvini, Parabiago (MI)
Orario di apertura: 10.00 – 20.00
Ingresso al pubblico gratuito
Informazioni: tel. 0331-553387 – 347.4009542

Sito Internet: http://www.mostra-artisticamente.it/




martedì 23 novembre 2010

TAKE THAT: dopo 15 anni prima volta live con ROBBIE WILLIAMS


Prima “uscita pubblica” per i Take That: la band, riunitasi di recente nella formazione originale, si è esibita durante la puntata del 14 Novembre dell’edizione inglese del talent show X Factor.
I “fab 5” hanno presentato al pubblico il singolo The Flood e hanno lanciato il loro nuovo album Progress, pubblicato lunedì scorso e già record di pre-ordini online. In molti attendevano questa performance, la prima in 15 anni insieme a Robbie Williams: “È assolutamente magico” ha detto il cantante, commentando il suo ritorno nella band. L’esibizione di X-Factor, a livello canoro, non verrà annoverata tra le migliori del gruppo ma passerà sicuramente alla storia come una delle più belle, con un Robbie Williams agitato ed emozionatissimo. I Take That si stanno preparando al tour del 2011 che li porterà in giro per l’Europa tra la primavera e l’estate: i fan italiani dovranno aspettare fino al 12 Luglio, data in cui si esibiranno allo Stadio di San Siro (Milano). In attesa del concerto, la band sarà ospite questa sera dell’edizione italiana di X-Factor, in onda su Rai 2.

domenica 21 novembre 2010

Artisti e designer del vetro 1960-2010. La collezione Bellini-Pezzoli




In mostra presso la casa museo di via Gesù un'esposizione di importanti opere in vetro contemporanee provenienti dalla collezione milanese Bellini-Pezzoli. Affidata alla curatela di Rosa Barovier e Cristina Tonini, la mostra intende offrire l'occasione per aprire una finestra su un ambito di produzione artistica di grande vivacità , eppure poco conosciuto al di fuori del circuito degli appassionati e degli specialisti.

La collezione Bellini-Pezzoli si forma a Milano dagli anni sessanta del Novecento indirizzandosi verso l'opera di artisti contemporanei che hanno scelto il vetro come medium espressivo. In mostra, oltre a manufatti appartenenti a una produzione in serie di altissimo livello, pezzi unici di artisti del vetro quali i veneziani Silvano Rubino, Michele Burato, Luciano Vistosi o il giapponese Yoichi Ohira, che interpreta il mondo del vetro muranese alla luce della sua formazione orientale. Particolare attenzione viene riservata al muranese Lino Tagliapietra, oramai oggetto di unanime riconoscimento internazionale: le sue opere, talvolta autentiche installazioni, superano i caratteri decorativi degli oggetti della tradizione muranese, per imporsi quali vera e propria arte contemporanea in vetro.

Infine, la precoce attenzione riservata dalla collezione Bellini-Pezzoli verso ambiti che, apertisi solo di recente all'arte del vetro, si sono ormai affermati come particolarmente propositivi, trova riscontro nella presenza di opere dello statunitense Studio Glass, rappresentato da artisti quali Dale Chihuly, Richard Marquis, Toots Zynsky, oltre che nelle aperture verso l'Australia (tra le altre, opere di Clara Belfrage e Tim Edwards) e l'Olanda, dove Mieke Groot emerge quale personalità di spicco della Rietweld Academy di Amsterdam.

Al fine di illustrare alcune tecniche di lavorazione del vetro rappresentate dai manufatti esposti, saranno dedicate due giornate alla lavorazione del vetro soffiato con la presenza del maestro Lino Tagliapietra, e tre conferenze dedicate ai temi svolti nella mostra alla presenza di studiosi e di artisti del vetro.

Catalogo Marsilio.
fino al 30/1/11
Museo Bagatti Valsecchi
via Gesù' 5 Milano
orario: da martedì a domenica, dalle 13,00 alle 17.45. Lunedì chiuso
biglietti: euro 8; ridotto euro 4

Ernesto Treccani. Omaggio a un poeta delle immagini


dal 17 novembre al 28 gennaio Fondazione Corrente
http://www.fondazionecorrente.org/


La mostra, allestita nelle sale della Biblioteca e dello Studio Ernesto Treccani resterà aperta fino al 28 gennaio 2011

La Fondazione Corrente e il Comitato per la tutela dell’opera di Ernesto Treccani hanno organizzato, in occasione del primo anniversario della scomparsa del Maestro avvenuta nel novembre 2009, una mostra in omaggio alla sua figura - che prosegue fino al 28 gennaio 2011 - e un convegno che si terrà il 23 novembre presso la Sala Crociera Alta dell'Università degli Studi di Milano, dalle 9.45 alle 18.30. Per il programma dettagliato si veda la notizia nella barra laterale.


La mostra sarà così articolata:
Ernesto Treccani, la vita, le opere: attraverso una serie di pannelli in dialogo con le opere della Collezione permanente “Studio Ernesto Treccani” si vuole illustrare l’alto profilo umano e culturale di Ernesto Treccani e tratteggiare così le circostanze che portarono alla realizzazione dei suoi grandi cicli d’opera: verranno pertanto esposti ingrandimenti di testi e poesie del Maestro, documenti, fotografie personali e riproduzioni fotografiche di sue opere che testimoniano in modo articolato la sua biografia.
Gli artisti per Ernesto: un Comitato critico-scientifico composto da critici e storici dell’arte ha individuato i ventisei artisti che sono stati invitati a realizzare un’opera liberamente ispirata alla figura e alla poetica di Ernesto Treccani. Le opere, dipinti o disegni su carta, verranno esposte nella sede della Fondazione Corrente a Milano.

Catalogo in mostra. Testo critico di Giorgio Seveso, riproduzione delle opere esposte e brevi note biografiche degli artisti.

In mostra: ventisei opere di Natale Addamiano, Vincenzo Balena, Paolo Baratella, Ennio Calabria, Giancarlo Cazzaniga, Ettore De Conciliis, Gioxe De Micheli, Attilio Forgioli, Piero Gauli, Piero Leddi, Enzo Maio, Iros Marpicati, Giovanni Mattio, Fabrizio Merisi, Bianca Orsi, Giancarlo Ossola, Remo Pasetto, Agostino Pisani, Dimitri Pescan, Pietro Plescan, Ruggero Savinio, Paolo Schiavocampo, Maria Luisa Simone, Alessandro Spadari, Alberto Sughi, Nino Tricarico.

sabato 20 novembre 2010

John Baldessari - The Giacometti Variations


The Giacometti Variations è un’installazione concepita appositamente per gli spazi espositivi della Fondazione Prada, e consiste in 9 sculture di resina e acciaio, spruzzate di bronzo, ciascuna alta 4,5 metri. Ispirate all’immaginario dello scultore svizzero, le enormi figure femminili, fuori scala, con la loro altezza portano all’estremo il carattere sottile e emaciato dei loro corpi: la visione di un manichino monumentale.

fino al 26 dicembre 2010

Milano - Fondazione Prada
via Antonio Fogazzaro , 36
20135 Milano

telefono: 0254670515
orario apertura: 11.00-20.00 chiuso il lunedì

RODIN. Le origini del genio (1864-1884)


Centoventi opere - 65 sculture, 26 disegni e 19 dipinti inediti e fotografie originali dell'epoca - per un totale di 120 opere di cui oltre la metà inedite per l'Italia – che ripercorrono il periodo di formazione di Rodin, fondamentale per l’evoluzione della sua attività dai primi anni Sessanta dell’Ottocento, fino alla progettazione della grandiosa Porta dell’Inferno realizzata nel 1884.

dal 20 novembre 2010 al 20 marzo 2011

Legnano - Palazzo Leone da Perego
via Gilardelli , 10
20025 Legnano

orario apertura: 09.30-19.00 chiuso lunedì
Ingresso: € 9,00

martedì 16 novembre 2010

Robbie Williams e i Take That - Progress live 2011




Il tour “Progress Live 2011” della reunion dei Take That con Robbie Williams porterà la band anche in Italia. Molto attese le date dei concerti.
I Take That tornano ad esibirsi insieme dopo 16 anni con il loro progetto finora più ambizioso: un tour nei più importanti stadi inglesi ed europei.
Robbie, Gary, Mark, Jason e Howard saranno nel nostro paese per un'unica data il 12 luglio a Milano, allo Stadio San Siro.
Lo show ripercorrerà le tappe e le hit fondamentali di una carriera che li vede oramai da 20 anni ripresentarsi regolarmente in cima alle classifiche mondiali.
La band sarà finalmente al completo ed eseguirà le sue canzoni più famose! Robbie Williams salirà sul palco anche da solo, per cantare alcuni brani tratti dalla sua sorprendente carriera solista.

lunedì 15 novembre 2010

L'anima della luce. Testimonianze - Una mostra fotografica per ricordare Alda Merini




Lo Spazio Oberdan ospita L'anima della luce, esposizione di cinquanta scatti scelti dal fotografo milanese Giuliano Grittini fra quelli realizzati durante la sua collaborazione più che ventennale con Alda Merini. Le immagini ritraggono la poetessa in momenti di intimità domestica e occasioni ufficiali, fornendo una panoramica della vita intensa e travagliata dell'autrice di La presenza di Orfeo e Lettere d'amore al Dottor G. La mostra è arricchita da alcuni pannelli con vari scritti firmati da amici e personaggi del mondo dell'arte e della cultura, da Milva a Vincenzo Mollica.

Inaugurazione lunedì 15 novembre, ore 18.30



fino al 28/11/2010
Spazio Oberdan Cineteca Italiana - Cinema
Viale Vittorio Veneto, 2
20124 Milano

Orario:
Mercoledì, venerdì, sabato e domenica: dalle ore 10.00 alle ore 19.30.
Martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 22

Ingresso:
libero

Arte Buddhista dell'Asia Orientale




L'Oriente non è lontano: fino a novembre Museo d'Arte e Scienza ospita la mostra Arte Buddhista, con pezzi d'antiquariato provenienti dall'Asia Orientale: Thailandia, Birmania, Cambogia, Cina, Giappone e Sri Lanka.
In esposizione, circa 100 oggetti in pietra, legno, bronzo e avorio, tutti di proprietà del Museo. L'obiettivo dell'evento è offrire spunti per avvicinare il pubblico all'iconografia buddhista presentando sculture antiche. L'allestimento concorre a creare un'aurea affascinante alla mostra, grazie alla presenza di pannelli originali provenienti da due frontoni di un tempio buddhista.

fino al 30/11/2010
Museo D'Arte e Scienza - Museo
Via Quintino Sella, 4
(Zona Brera)
20121 Milano

ORARI:
Da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 18

INGRESSO:
gratis

La (vera) storia di Veronica e Virginia - Le opere di Vanni Cuoghi

















Vanni Cuoghi, artista nato a Genova, milanese d'adozione, espone le opere nate dalla sua riflessione su Henry Darger, scrittore e illustratore statunitense. La (vera) storia di Veronica e Virginia include acquerelli, tele e opere tridimensionali, lavori simbolici e riflessivi, dai colori delicati, che segnano una deviazione dallo stile generalmente scanzonato dell'artista.

fino al 30/11/2010

Galleria Area B - Galleria d'Arte
Via Cesare Balbo, 3 (Zona Porta Romana)
20136 Milano
Telefono: 02 58316316
Metro: P.ta Romana - MM3 - Bus: 24

orario: da lunedì a venerdì 9-18.00; da sabato a domenica 10.30–18.00

il sito della galleria: http://www.areab.org/home.asp?lang=it

sabato 13 novembre 2010

Il castello delle delizie - Il mondo a tavola dall’antichità all’epoca moderna




L'esposizione propone una selezione di splendidi manufatti. Tra i gioielli in mostra spiccano due statuine egizie, una macinatrice di grano e una fabbricante di birra prestate dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze, assieme ad altri reperti egizi, etruschi, greci e romani. Altrettanto affascinanti la Scena di simposio dipinta su una grande anfora greca del Museo Archeologico di Bologna, così come alcuni "doni per i defunti" di epoca villanoviana. Dal Museo Ala-Ponzone di Cremona, una meravigliosa oinochoe, anfora per il vino del IV sec. a.C., configurata a testa femminile, e altri reperti della Magna Grecia altrettanto pregiati. Dal Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, maioliche di epoca settecentesca: un servizio da caffè, vassoi per carni e pesci, zuppiere e piatti, tra cui un piatto colmo di frutti appetitosi... anch'essi di maiolica.
Sul versante pittorico l'esposizione offre una considerevole serie di preziosi dipinti: dai Musei Civici di Brescia una coppia di strepitose tele arcimboldesche, le Allegorie dell'Estate e dell'Autunno, di Antonio Rasio. La Fondazione Morando-Bolognini di Sant'Angelo Lodigiano ha concesso un importante dipinto cinquecentesco della scuola di Vincenzo Campi raffigurante una Scena di cucina. Dai Musei Civici di Cremona arrivano un'altra splendida Scena di cucina di Felice Boselli e una delicata alzatina di cristallo con frutta e fiori di Fede Galizia. Dalla Pinacoteca Comunale di Faenza due gioielli seicenteschi: una spettacolare Natura rustica in posa con frutti e ortaggi del napoletano Giovanni Battista Ruoppolo e una Tavola imbandita di Carlo Magini; tanto minuziose da sembrare fotografie.
Stiamo parlando solo delle opere più significative, perché in realtà la mostra allestita al Castello Visconteo di Abbiategrasso è ben più ampia ed articolata, includendo una ricca selezione di reperti archeologici ed etnografici che spaziano dalle culture precolombiane a quelle africane, dalla civiltà indiana a quelle cinese e giapponese, provenienti sia da importanti Musei e Istituzioni italiane, sia da prestigiose collezioni private.



fino al 28 novembre 2010
Costo del biglietto: Gratuito

Orario: Mart-Ven:16.00-19.00, Sab e festivi:10.00-12.00, 15.00-19.00
Telefono: 02 94692458
obiettivosulmondo@tiscali.it, istituto.graf@gmail.com
http://www.istitutograf.org/



Abbiategrasso (Mi)
Sale sotterranee del Castello Visconteo
Piazza Marconi 1

Botticelli nelle collezioni lombarde




In occasione dei 500 anni dalla morte di Sandro Botticelli, la mostra Botticelli nelle collezioni lombarde, in programma al Museo Poldi Pezzoli dal 12 novembre 2010 al 28 febbraio 2011, riunisce per la prima volta le opere di uno dei più grandi maestri del Rinascimento italiano conservate nelle collezioni pubbliche lombarde. Il Poldi Pezzoli possiede ben tre opere dell’artista: due dipinti, la Madonna del Libro e il Compianto sul Cristo morto, e un ricamo eseguito su disegno dell’artista per un cappuccio di piviale. Accanto a queste, saranno presentati il Ritratto di Giuliano de’ Medici, la Storia di Virginia e il Cristo dolente in atto di benedire provenienti dalla Pinacoteca dell’Accademia Carrara di Bergamo e due disegni conservati alla Biblioteca Ambrosiana, appartenenti al Codice Resta.
Un’occasione unica per riscoprire l’arte di Botticelli, l’evoluzione del suo linguaggio e seguire la fortuna del pittore nel collezionismo lombardo dell’Ottocento.



dal 12 novembre 2010 al 28 febbraio 2011
Costo del biglietto: 8,00 euro

Orario: da mercoledì a lunedì, dalle 10.00 alle 18.00 Chiuso il martedì
Telefono: 02 794889, 02 796334


Milano, Museo Poldi Pezzoli
via Manzoni 12
Telefono: 02 794889, 02 796334
Sito web: http://www.museopoldipezzoli.it/

giovedì 11 novembre 2010

CARAVAGGIO - Una mostra impossibile


Un nuovo straordinario evento dedicato a Caravaggio, nella sua terra di origine, chiude le celebrazioni per il quarto centenario della morte del maestro lombardo.

Tutte le opere di Michelangelo Merisi (1571 – 1610) si potranno ammirare nel loro folgorante splendore nella mostra Caravaggio. Una mostra impossibile allestita a Palazzo della Ragione a Milano, dal 10 novembre 2010 al 13 febbraio 2011. Ma non solo. Entrando nello spazio espositivo il pubblico sarà accompagnato da Caravaggio in un affascinante viaggio alla scoperta dei segreti della sua vita e della sua arte.



Milano, Palazzo della Ragione
10 novembre 2010 – 13 febbraio 2011


Orari
Martedì – domenica ore 9.30 > 19.30
Giovedì ore 9.30 > 22.30
Lunedì ore 14.30 > 19.30
La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietti (Visita animata inclusa)
Intero € 9,00
Ridotto € 7,00
Scuole € 4,50

Diritto di prevendita
Singoli e gruppi € 1,50
Scuole € 1,00

Informazioni e prenotazioni
T 199 500 200
(dal lunedì al venerdì ore 8.00 > 20.00,
sabato ore 8.00 > 13.00)

Biglietteria on line
http://www.vivaticket.it/


Visite animate partenza gruppi ogni 20 minuti
(la prenotazione non è richiesta)

Informazioni e prenotazioni scuole e gruppi:
Ad Artem
T 02 6597728
info@adartem.it


INFO:
www.comune.milano.it/palazzoreale

martedì 9 novembre 2010

Questa sera ultima puntata di "Terra Ribelle"


Quinta puntata (2 novembre 2010)

Elena è costretta da Luisa a restare alla Roccaccia. Luisa non pare provare sensi di colpa nei confronti della sorella, mentre Jacopo, visibilmente turbato, sopporta a fatica lo sguardo carico di disprezzo che Elena gli riserva e cerca inutilmente di convincerla a fidarsi ancora di lui.
Travestito da frate, il brigante Lupo si reca da Angiolina, la perpetua di don Serafino, il parroco di Montebuono. E da lei scopre che Elena ha deciso di farsi suora, almeno questa è la voce che Luisa ha diffuso ad arte. Andrea decide di rapirla. Così, con l'appoggio del Lupo, organizza l'attacco al convoglio che porterà Elena al convento di Santa Lucia.



Sesta puntata (7 novembre 2010)

Andrea ed Elena sono ancora una volta in fuga, inseguiti da Jacopo e i suoi sgherri. Andrea ha la febbre alta ma con uno sforzo estremo, i due riescono a giungere nei pressi del convento di Santa Lucia. Nel cimitero del convento Elena scopre che in una cassa ancora lucida sono contenute centinaia e centinaia di mazzette di banconote nuove di zecca.
Nel frattempo, Jacopo è stato avvertito che i due fuggiaschi sono stati visti nei pressi del convento e si prepara, insieme al guardacaccia Lucio, per una battuta di caccia che ha come prede il suo antico amico e la donna che l'ha rifiutato...


Settima puntata (9 novembre 2010)

Da essere una sorella maggiore dolce e premurosa Luisa si è tramutata man mano in una donna spietata. Ma il suo primo folle obiettivo resta quello di avere un figlio, quel figlio che la sancirebbe padrona.
Elena è rinchiusa nelle buie segrete della Roccaccia. Nello stanzone spoglio, nessuna finestra, solo un pagliericcio e la compagnia della luce di una candela per poche ore al giorno. Elena viene lasciata lì, senza speranza e sola col dolore di aver visto morire sotto i suoi occhi l'uomo che amava più di se stessa, non sa invece che qualcuno arriverà a salvarla...



venerdì 5 novembre 2010

Fabrizio BUCCI è Jacopo in Terra Ribelle







Nato nel 1979 a Roma, dove si è diplomato presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico. Debutta come attore teatrale, per poi recitare anche per il cinema e soprattutto per la televisione, in cui lo ricordiamo in varie fiction televisive di carattere religioso: Maria Goretti, Don Bosco, San Pietro, Giovanni Paolo II, L'inchiesta, in cui interpreta Gesù, Chiara e Francesco e Paolo VI. Ultimamente lo abbiamo visto sul piccolo schermo nel ruolo di Iacopo Vincenzi in Terra Ribelle, fiction della regista Cinzia TH Torrini.

MARILYN MONROE: L'ARTE DELLA BELLEZZA


Nella settecentesca Villa Ponti di Arona (Via San Carlo 63 - tel. 0322 44629) è in corso la Grande Mostra "Marilyn Monroe. L'Arte della Bellezza".

L'esposizione, curata da Carlo Occhipinti con la collaborazione artistica di Massimo Ferrarotti, intende evidenziare l'attualità del leggendario mito della diva di Hollywood più famosa nel mondo, attraverso le opere (dipinti, sculture e fotografie) di famosi artisti internazionali.

Aprono l'esposizione alcuni "cimeli" (abiti, borsette, scarpe e molti altri oggetti personali) appartenuti a Marilyn Monroe (Los Angeles, 1 giugno 1926 – 5 agosto 1962) e da lei indossati in occasione di serate di gala o per la presentazione di alcuni tra i suoi più importanti film quali: "Come sposare un milionario" (1953), "Il Principe e la ballerina" (1957), "Facciamo l'amore" (1960).

Oltre alle serie delle dieci "Marilyn" di Andy Warhol del 1962 (diventate il simbolo più celebrato di tutta la Pop Art americana) l'esposizione prosegue con un'ampia sezione dedicata al maestro Mimmo Rotella che riunisce, per la prima volta, trenta décollages (molti dei quali di grande formato) dedicate a Marilyn Monroe ed eseguiti dall'artista a partire dagli anni Sessanta. Nell'ambito di questa sezione è presentata anche la raccolta "Marilyn. Bellezza Eterna", composta da dieci opere di Mimmo Rotella, ognuna delle quali è accompagnata da una poesia su Marilyn Monroe, scritta da Alda Merini.

Completano la sezione le elaborazioni foto-serigrafiche di immagini famose di Marilyn Monroe dell'artista milanese Giuliano Grittini, noto per aver lavorato a fianco di Mimmo Rotella e, ancor di più, per la lunga amicizia e collaborazione con la scrittrice Alda Merini, scomparsa lo scorso anno.

Il percorso espositivo prosegue con la presentazione di opere di artisti contemporanei che hanno celebrato il mito di Marilyn Monroe con i loro dipinti (Debora Hirsch, Carlo Pasini, Omar Ronda, Tiziano Colombo e molti altri) o con sculture, come nel caso di Domenico Neri che ha realizzato una splendida statua in bronzo della diva, a grandezza naturale, un esemplare della quale è esposta permanentemente a Los Angeles di fronte al "Museo del Cinema" di Hollywood.


La mostra è ulteriormente arricchita dalla presenza del maestro torinese Ugo Nespolo che espone trenta opere dedicate a Marilyn Monroe che fanno parte di un progetto artistico ideato appositamente per Villa Ponti. Chiude la Rassegna la sezione "The last sitting" che presenta le splendide immagini di Marilyn Monroe realizzate dall'artista-fotografo americano Bert Stern nel giugno 1962, poche settimane prima della scomparsa della diva.

La Mostra è documentata da un prestigioso catalogo (edito dalla Fondazione Art Museo) contenente la riproduzione delle opere esposte, i contributi critici di Manuela Boscolo e Mario L. Riva e le testimonianze critiche di Alda Merini, Serena Ferrando, Vincenzo Mollica e Massimo Ferrarotti. Completa l'edizione una vasta documentazione inerente la vita di Marilyn Monroe, curata da Carlo Occhipinti.



Orari di apertura:
da lunedì a venerdì 10.00 - 12.00 / 14.30 - 12.30
sabato domenica e festivi 10.00 - 12.30 / 14.00 -19.00

Tel. 0331 679893
fax. 0331 329893
e-mail artmuseum@virgilio.it

CHARDIN. IL PITTORE DEL SILENZIO





















17 ottobre 2010 - 30 gennaio 2011

Madrid
Museo Nacional del Prado
28 febbraio - 29 maggio 2011

Protagonista di un capitolo tra i più affascinanti della storia dell'arte europea, Chardin è uno degli artisti francesi che ha avuto maggior influenza sui maestri moderni, come testimonia, fra gli altri, Van Gogh che lo considerava «grande come Rembrandt». Nella Francia del Settecento, dedita alla sontuosa vita di corte e alle voluttuose feste galanti, all'effimero trasformato in sistema di vita, Jean Siméon Chardin (1699-1779) descrive un'altra realtà. Pittore meditativo e raccolto, egli crea le tele meno "parigine" di tutto il secolo dipingendo il silenzio: un silenzio che pervade le sue nature morte, composte con oggetti di uso domestico disposti su semplici tavoli di legno, e le sue scene di interni, in cui i domestici e i rampolli della borghesia francese, assorti nei propri pensieri, sono raffigurati nelle più semplici attività di tutti i giorni. Ogni dettaglio ornamentale è bandito, la pittura, di qualità sopraffina, diviene poesia del quotidiano, un mezzo per esaltare, con sensibilità, i gesti delle persone comuni che Chardin trasforma in grandi protagonisti della sua epoca.

Ferrara Arte e il Museo del Prado presentano per la prima volta in Italia e in Spagna una mostra monografica dedicata a questo straordinario maestro, a cura di Pierre Rosenberg.


Orari di apertura
Aperto tutti i giorni, feriali e festivi, lunedì incluso:
9.00-19.00 orario continuato
Aperto anche: 1 novembre, 8, 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio
(la biglietteria chiude 30 minuti prima)

Palazzo dei Diamanti
Corso Ercole I d'Este, 21
44121 Ferrara

Biglietto d'ingresso
Intero: euro 10,00
Ridotto: euro 8,00 (dai 6 ai 18 anni, over 65, studenti universitari, categorie convenzionate, visitatori con biglietto del Museo Archeologico Nazionale, del Museo di Casa Romei, della Pinacoteca Nazionale di Ferrara e del Castello Estense, possessori del biglietto ferroviario per Ferrara)
Gruppi (almeno 15 persone): euro 8,00 (1 accompagnatore gratuito ogni 20 persone)
Gruppi scolastici: euro 4,00 (gratuito per 2 accompagnatori)
Gratuito: bambini sotto i 6 anni, portatori di handicap con un accompagnatore, giornalisti con tesserino, guide turistiche con tesserino, militari in divisa

Tariffe visite guidate per gruppi
Massimo 25 persone:
Adulti: euro 80,00
Scuole Medie e Superiori: euro 65,00
Scuole Elementari e Materne: euro 45,00

Call Center Ferrara Mostre e Musei
Info e biglietti
tel. 0532.244949 fax 0532.203064
lunedì-venerdì: 8.30-18.30
sabato e prefestivi: 9.00-18.00
domenica durante il periodo di mostra: 10.30-15.30

http://www.palazzodiamanti.it/